Treviglio sbanca il PalaMaggetti e conquista Gara 5.

05.05.2019 21:30

a cura di Leonardo Mariano

Crolla il fortino del PalaMaggetti e la Remer Treviglio vince 77-83 ai danni della Cimorosi Roseto. La vittoria in gara-4 della squadra di coach Vertemati pareggia la serie e si tornerà, quindi, al PalaFacchetti per decretare la vincitrice degli ottavi playoff.

La partita comincia all’insegna di un Akele subito scoppiettante, autore di 7 punti consecutivi, e Roseto prova a mettere subito il proprio marchio sul match. Treviglio, come al solito, si affida prettamente ai tiri dalla lunga distanza per non perdere contatto ed in difesa cambia sistematicamente sulle uscite a ricciolo di Person, negandogli così la ricezione sulla media che tanto ha fatto male in gara-3. La manovra offensiva degli Sharks, un po’, ne risente e Treviglio mette il naso avanti dopo i primi 10 minuti di gioco, grazie soprattutto a un Roberts redivivo e alla sorpresa D’Almeida.

Il tema centrale della seconda frazione è la lotta. La gara diventa una vera e propria battaglia, con le due compagini a rispondersi colpo su colpo. La Remer prova a dare la prima zampata al match sul 19-26 ma gli Sharks reagiscono come la partita di due giorni fa, grazie alla saggezza ed efficacia di capitan Pierich, che guida i suoi alla rimonta e ad impattare sul 29 pari. Roseto prova a correre, cercando di entrare meno nei giochi d’attacco per non far piazzare la difesa avversaria e la fluidità offensiva ne beneficia. Ma Treviglio è squadra forte e grazie alle grandi percentuali dai 6.75 riesce sempre a controbattere. Inoltre un indiavolato D’Almeida la fa da padrone in area, che con la sua mobilità causa più di qualche grattacapo ai difensori biancazzurri. La Cimorosi, comunque, si prende la testa della gara grazie ad un’entrata di Person che ferma il punteggio sul 44-42 alla fine del primo tempo.

Il match cambia nel terzo quarto, dove Roseto segna con il contagocce e Treviglio ne approfitta. La costante ricerca dell’uomo libero da parte degli uomini di coach Vertemati fa male agli Sharks e il parziale è nettamente in favore degli ospiti, che relegano i padroni di casa a soli 11 punti. Treviglio trova linfa e risorse anche da parte dei più giovani, D’Almeida e Tiberti su tutti, e i biancazzurri soccombono 55-61 al termine della terza frazione.

Negli ultimi 10 minuti gli Sharks hanno la forza di impattare di nuovo il match grazie a 5 punti consecutivi di Person. Il PalaMaggetti si infuoca ma con Borra e Caroti la Remer torna avanti. Proprio quest’ultimo mette la firma sulla partita con la tripla del 70-76 ad 1:21 dalla fine, dimostrando quella freddezza che spegne i sogni di gloria di un palazzetto intero. Le 6 lunghezze sono troppe da colmare per Akele e compagni, che vedono sfuggire definitivamente la gara. Tutto si deciderà, così, mercoledì a Treviglio nell’ultima partita della serie.

ROSETO 77 TREVIGLIO 83

Parziali: 19-20; 44-42 (25-22); 55-61 (11-19); 77-83 (22-22).

ROSETO: Person Jr. 19, Bayehe 2, Rodriguez 11, Ianelli 2, Canka ne, Motta ne, Giordano, Eboua 2, Sherrod 10, Akele 17, Pierich 11, Nikolic L. 3. All.: D’Arcangeli

TREVIGLIO: Nikolic M. 16, Reati 3, Caroti 17, Tiberti 3, Roberts 17, Tourè ne, Borra 9, Siciliano ne, Belotti ne, D’Almeida 11, Palumbo 5. All.: Vertemati

Roseto - Tiri da 2: 21/48. Tiri da 3: 7/18. Tiri liberi: 14/17. Rimbalzi: 36 (25+11).

Treviglio - Tiri da 2: 16/32. Tiri da 3: 11/28. Tiri liberi: 18/23. Rimbalzi: 35 (26+9).

MVP: Lorenzo Caroti – Il play di Treviglio è una trottola che guida benissimo l’attacco della sua squadra. È lui l’uomo che ha le chiavi della squadra e lo scavigliato Rodriguez non riesce proprio a stargli dietro stasera. Ad ogni accelerata del numero 9 succede sempre qualcosa di imprevedibile. Inoltre non ha paura di prendersi tiri dalla grandissima distanza, scardinando così la difesa, seppur attenta, degli Sharks. COORDINATORE

Photo Credits: Daniele Capone

 

Roseto si prende Gara 3 e torna in vantaggio nella serie con Treviglio.
Bergamo, vittoria sulla sirena: Mantova cede 72-70 e abbandona i play-off.