Junior enorme! La Novipiù si aggiudica G1 contro la Effe.

28.05.2018 22:37

a cura di Alessio Scandola

In un PalaFerraris esaurito (record di presenze per la Junior, 3067 spettatori) prima partita della seconda serie di semifinale tra i primi dell’Ovest ed i secondi dell’Est. Ancora acciaccato Marcius, seppur presente tra i 12 piemontesi, ancora fuori McCamey per Bologna. 

È subito aggressiva Casale, che si porta sul 9-3 ma spende subito 3 falli; è Bellan l’emblema, con una tripla e due falli che lo fanno accomodare in panchina. La Effe accorcia con una schiacciata di Rosselli, ma Sanders è veloce nella transizione successiva e realizza un gioco da 3 punti. Mancinelli con due rubate e successivi contropiedi dà il primo vantaggio ai suoi ma un 7-0 dei piemontesi causato da un paio di errori su rotazioni difensive costringe Pozzecco al primo time – out. Provano a rientrare gli ospiti ma Casale non ci sta e, nel segno di Marcius e Denegri, chiude il quarto sul 28 – 20.

Non cambia il trend della partita: Casale fluida in attacco sulla scarsa pressione difensiva, Bologna lenta e prevedibile sull’ottima zona di Ramondino. È un fattore Marcius, che in post limita in difesa e non è limitato in attacco; i bolognesi quindi ci provano dall’arco e mettono 2 triple che la riportano a -4. Casale recupera due rimbalzi offensivi e Tomassini punisce con altre due triple; Mancinelli però risponde e costringe Cattapan al terzo fallo, mettendo in difficoltà Ramondino che aveva in precedenza richiamato in panca uno stanco Marcius. È però ancora il numero 7 rossoblù a mettere un’altra bomba; la tripla di Okereafor è annullata per infrazione di 24 secondi e la preghiera finale di Severini non è accolta, si va negli spogliatoi sul 50 – 42.

Cambia nettamente l’intensità difensiva di Bologna, che riesce anche a rubare più palloni e a realizzare in contropiede. Non bastano Severini e Blizzard, la Effe ritorna a – 1; Denegri realizza ancora da 3 ma Mancinelli con 2 penetrazioni impatta e con un tap in supera, arrivando anche a 25 punti personali. L’inerzia a questo punto è chiara, Casale si innervosisce e sbaglia anche tiri piuttosto facili; sulla tripla di Cinciarini che porta a +9 i suoi Ramondino è costretto a fermare il gioco e resettare le idee, giocandosi anche la carta Marcius. Pini porta in doppia cifra il vantaggio, che è limato dai liberi di Tomassini sul 64 – 72 di fine terzo quarto.

Si risveglia subito un Sanders che finora è stato in sordina; Casale ha il possesso per pareggiare ma non entra il tiro. Bologna rimette 7 punti di margine e prova a rallentare; Tomassini invece accelera e mette timore a Pozzecco, che chiama time – out per rassestare idee e ridare ossigeno ai suoi. Sanguinosissime le due perse dei due play bolognesi, Casale riesce a rimontare fino a – 1 e l’inerzia adesso è tutta per i locali. Mancinelli supera quota 30, ma Tomassini segna con la punta del piede sull’arco, ancora – 1 ed ancora time – out Fortitudo. Ci crede Casale, gioco da 3 punti di Sanders e primo vantaggio rossoblù da metà terzo quarto. Cinciarini con 5 punti ribalta e va sul +3. Severini realizza due liberi, Rosselli sbaglia e Tomassini realizza l’ennesima bomba portando a +2 a 10 secondi dalla fine. Casale è bravissima a gestire i falli, lascia tirare Mancinelli ma il capitano non compie il miracolo, vincono i piemontesi 85 – 83.

Casale la vince 3 volte: la prima nel primo tempo, con i rimbalzi d’attacco e le triple successive, la seconda con la tenacia nel recuperare a metà ultimo quarto spinta da un Sanders silente ma fondamentale nel parziale decisivo, la terza negli ultimi secondi con la prodezza di Tomassini e l’intelligenza difensiva. Da sottolineare anche i 5 giocatori in doppia cifra, con Blizzard e Martinoni a 8. La Fortitudo è stata brava a riaprirla e a dominare nel terzo quarto concedendo soltanto 14 punti; si è però addormentata a metà quarto periodo, provando a metterla in ghiaccio ma non riuscendoci, soprattutto per i troppi errori al limite dei 24” che hanno anche tolto ritmo all’attacco biancoblù. Non bastano un Mancinelli da 31 punti ed un Cinciarini da 19, Casale porta a casa il primo punto; appuntamento tra 48 ore per il secondo appuntamento di questa entusiasmante serie.

CLICCA QUI PER LA SALA STAMPA DI COACH POZZECCO

CLICCA QUI PER LA SALA STAMPA DI COACH RAMONDINO

Novipiù Junior Casale 85 Consultinvest Fortitudo Bologna 83 (28 – 20, 22 – 22, 14 – 30, 21 – 11)

Casale: Ielmini ne, Banchero ne, Denegri 11, Tomassini 18, Valentini, Blizzard 8, Martinoni 8, Severini 10, Cattapan, Bellan 4, Sanders 16, Marcius 10. All. Ramondino.

Bologna: Cinciarini 19, Mancinelli 31, Okereafor 7, Fultz 7, Murabito ne, Montanari ne, Chillo 2, Gandini 4, Amici, Rosselli 11, Pini 2, Italiano. All. Pozzecco.

Risultati playoff 2018.
Trapani, Daniele Parente sarà il coach della Lighthouse.