GIRONE OVEST

La Virtus Roma suona la settima sinfonia. Espugnato il PalaOltrePò!

25.11.2018 20:10

a cura di Edoardo Caianiello

La Virtus Roma suona la settima, in maniera sinfonica, con una prestazione a livello mentale incredibile. Il simbolo di questa vittoria, che conferma la Virtus al primo posto in classifica, ha il nome ed il cognome di Daniele Sandri che nel quarto periodo, soprattutto nei minuti finali sfodera una serie di giocate di intensità superiore. Roma ce la fa, doma una muscolare e forte Tortona, nonostante l’espulsione di Nick Moore (antisportivo e tecnico) e nonostante un Tommaso Baldasso con una caviglia dolorante nel finale. E se Roma a tratti fatica a costruire gioco in attacco, non lesina mai impegno dal punto di vista dell’applicazione all’interno del match, brava a sapersi modellare su un avversario spigoloso ed esperto che cede dinanzi al cuore di un’encomiabile truppa che regala ai propri tifosi un ulteriore sorriso. L’indicatore di valutazione di squadra è chiaro: 76 a 56 per i capitolini, che da squadra colgono un successo importante non solo per il campionato ma ancor di più nell’accrescere la consapevolezza di un potenziale che seppur evidente, può ancora crescere.

La partita. Tortona parte bene e con intensità e buon lavoro fisico punisce Roma che fatica a trovare le giuste spaziature e solidità a rimbalzo. Si chiude 15-11 il primo quarto e nel secondo Derthona prova l’allungo toccando, grazie a Ndoja, il 31-18. Landi e Moore provano a suonare la carica e con l’aiuto di Baldasso riportano Roma a contatto sul 43-38. E’ sulla sirena del primo tempo che Mirza Alibegovic trova per i padroni di casa un canestro folle ed impossibile che vale il 45-38.

Al rientro dagli spogliatoi è tutta un’altra Virtus: Sims pareggia (46-46) e dopo l’espulsione (antisportivo + tecnico) che colpisce Nick Moore si scatena Landi che con due triple porta avanti gli ospiti, Chessa non vuole essere da meno e mette a segno la tripla che vale il 53-61. Spizzichini non ci sta ed accorcia, dopo trenta minuti è 57-62. Roma si compatta e Sandri guida i suoi con giocate di presenza mentale e di spirito superiori, segna anche il 64-70 che lancia definitivamente Roma che chiude il match con i liberi prima di Chessa e di Baldasso poi, termina 72-76.

DERTHONA BASKET – VIRTUS ROMA 72-76
Derthona Basket: Tuoyo 13, Blizzard 9, Ganeto, Ndoja 16, Viglianisi 5, Spizzichini 7, Knowles 6, Gergati 1, Lusvarghi 2, Alibegovic M. 13. All: Ramondino
Virtus Roma: Chessa 7, Saccaggi ne, Sandri 9, Santiangeli 9, Alibegovic A. 2, Sims 15, Baldasso 5, Landi 1, Moore 11, Lucarelli. All: Bucchi

Girone Ovest, risultati e classifica dopo la 9^ giornata.
Tim Bowers da la spallata decisiva! Imola 76 Roseto 68.