Udine, il quarto posto della stagione scorsa può essere migliorato.

È un quintetto scoppiettante quello in mano a coach Demis Cavina

09.09.2018 19:51

a cura di Alessio Scandola

Il Roster

 

Nome

Anno

Ruolo

Squadra precedente

Statistiche per partita

Marco Spanghero

1991

Playmaker

Tortona (A2 Ovest)

11.2 pt, 40% da 3, 2.4 ass

Trevis Simpson

1991

Guardia

Albacomb (Ungheria)

14.6 pt, 3 ass, 3.9 rim

Riccardo Cortese

1986

Ala Piccola

Ferrara (A2 Est)

17.1 pt, 4.1 rim, 3.2 ass

Marshawn Powell

1990

Ala Grande

Montegranaro (A2 Est)

18.1 pt, 6.9 rim, 1.5 stop

Chris Mortellaro

1982

Centro

Confermato

8.2 pt, 6.7 rim

Lorenzo Penna

1998

Playmaker

Imola (A2 Est)

7.7 pt, 3.3 ass

Vittorio Nobile

1995

Playmaker

Confermato

3.4 pt, 1 ass

Francesco Pellegrino

1994

Centro

Confermato

7.3 pt, 5.8 rim

Salvatore Genovese

1987

Ala

Fiorentina (Serie B gir. A)

15.7 pt, 43% da 3, 3.5 rim

Stefan Nikolic

1997

Ala Grande

Montegranaro (A2 Est)

1.7 pt, 2.2 rim

Mauro Pinton

1984

Playmaker

Confermato

5.1 pt, 44% da 3

Stefano Monticelli

2000

Ala Grande

Confermato (Under)

 

 

Coach: Demis Cavina (Nuovo, da Imola),

Vice: Paolo Montena, Giovanni Gerometta.

Lo Scorso Anno

A Udine l’anno scorso un ottimo finale di stagione permise di festeggiare il quarto posto. I playoff videro una buona partenza contro Tortona prima ed una bellissima serie contro Casale poi, che però eliminò i friulani ai quarti.

Il commento

È un quintetto che si preannuncia scoppiettante quello che ha in mano Demis Cavina, al ritorno in quel di Udine. Partiamo da quello che è stato il migliore giocatore italiano della A2 della scorsa stagione, Cortese: mano caldissima e abituato a regalare spettacolo tra tiri e penetrazioni spesso concluse inchiodando a due mani; magari si prenderà qualche tiro in meno ma sicuramente è un’ottima presa. Altra new entry con la mano calda è Powell. L’ala è ormai una nostra vecchia conoscenza e sta elevando, stagione dopo stagione, il suo gioco. Chi invece è una novità è Simpson, la guardia che arriva dal campionato ungherese dove aveva cifre molto buone. In cabina di regia si alterneranno Spanghero e Penna, uno più ordinato, l’altro più “spezza-gioco”, mentre sotto canestro si riproporrà ancora la coppia Mortellaro-Pellegrino. Torna in A2 Genovese, che si contenderà il ruolo di vice-Powell con un’altra ottima presa come Nikolic. Confermato anche capitan Pinton mentre Nobile è andato a farsi le ossa a Reggio Calabria (prestito).

Top e Flop

Il TOP è il quintetto: se non ci fosse l’acido lattico durante gli sforzi, se non ci fossero gli imprevisti che ogni stagione potrebbe riservare, Udine farebbe incetta di successi senza grossi problemi. E se il quintetto è il top, il FLOP sono le riserve: salvo qualche eccezione, la panchina non è al livello di quelli che saranno gli avversari dei bianconeri.

La previsione

Udine è la mina vagante del gruppo: può andare molto bene, ma può anche non ingranare. Il quarto posto dell’anno scorso può essere confermato: appena sotto alle big, ma la prima delle seconde.

Voto: 8

BB14, il roster è al completo. Presentato anche Brandon Taylor.
Ferrara, il Kleb riparte da Hall, Fantoni e tante scommesse.