Italians Do It Better, il quintetto della 29^ giornata.

17.04.2018 12:24

a cura di Stefano Blois

Pur se non servirà ad agguantare i playoff, la prestigiosa vittoria di Imola su Montegranaro consente all'Andrea Costa di chiudere con uno sbalorditivo bilancio (13-2) tra le mura amiche. Ed è ancora una volta fondamentale l'apporto di Lorenzo Penna: per il playmaker di scuola Virtus Bologna una prova totale da 15 punti, 4 rimbalzi, 5 assist, 4 recuperi e 5 falli subiti. 20 anni e non sentirli...

Il biglietto per la post-season lo ha invece ufficialmente staccato Verona, che si impone a Forlì trascinata dalla personalità di Andrea Amato (19 punti e 9 assist), decisivo nell'allungo finale. Nelle ultime tre partite fanno 18+9 assist e 24 di valutazione: se l'impatto sarà questo anche ai playoff, coach Dalmonte si sfrega giá le mani.

Il derby-thrilling fra Trieste e Udine, risolto dopo cinquanta minuti di battaglia, erge a grande protagonista un Franko Bushati da 16 punti con 8/10 in lunetta. L'italoalbanese prende per mano i suoi nel finale assieme a Dykes, in un successo di peso specifico incalcolabile per l'APU GSA. Che aveva perso otto delle ultime nove trasferte, mentre l'Alma Arena era ancora inviolata quest'anno. Ma signori, i derby sono derby!

Chi continua a martellare il canestro con irrisoria facilitá è Michele Antonutti: 29 punti e un irreale 7/8 dall'arco nel successo di Roseto con cui Treviso blinda aritmeticamente il terzo posto ad Est. Secondo miglior realizzatore italiano del girone, miglior cecchino dai 6.75 sfiorando il 50% a partita: per coach Pillastrini è come avere tra le mani una bomba a orologeria.

La storia della settimana arriva da Agrigento, con la commovente vittoria di una Reggio Calabria virtualmente retrocessa a tavolino solo pochi giorni prima da un campionato che la vedeva in zona-playoff. Una prova di forza ed orgoglio di tutto il collettivo, tra cui spicca Patrick Baldassarre: 21 punti, 9 rimbalzi, 6 assist, 37 di valutazione. Quando il cuore va oltre ogni sentenza.

SESTO UOMO

L'incredibile marcia di Bergamo prosegue con il colpo di Ravenna, scaturito dai missili di Luigi Sergio: l'ala campana spara tre bombe fondamentali nell'ultimo quarto, chiudendo con 14 pesantissimi punti. Per i lombardi rigenerati dalla cura-Sacco fanno addirittura sei vittorie di fila, con la reale possibilità di una salvezza diretta che fino a un paio di mesi fa pareva fantascienza allo stato puro.

GUARDA IL VIDEO E ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

La corte federale ha respinto il reclamo della Viola Reggio Calabria.
È Udine la squadra top della 29^ giornata ad est.