GIRONE EST

Nel posticipo del PalaNorda, Bergamo e Jesi a caccia di punti pesanti per i rispettivi obiettivi.

11.02.2018 22:58

a cura di Daniele Ronzoni

Dopo la bella e tanto attesa vittoria ottenuta ai danni di Piacenza, Bergamo ospita Jesi nella ventunesima giornata di Serie A2 Old Wild West girone Est. I ragazzi di coach Cagnazzo arrivano al PalaNorda forti di 3 vittorie nelle ultime 4 partite: solo Treviso è riuscita laddove Bologna, Piacenza e Imola avevano fallito, battendo Jesi 74-72 grazie ad un canestro di Gherardo Sabatini a 2 secondi dalla fine che non ha lasciato chance agli ospiti.
Un grande periodo di forma quindi per Jesi, che arriva a Bergamo in cerca dei due punti che le consentirebbero di continuare a coltivare il sogno playoff, distante solo due punti. Bergamo, dal canto suo, necessita di una vittoria per lasciare la penultima piazza in classifica: i due punti consentirebbero infatti ai gialloneri di portarsi a quota 10 in classifica, superando Orzinuovi uscita sconfitta per 90-84 dal PalaRuggi di Imola.
Hollis e compagni dovranno fare molta attenzione soprattutto a Kenneth Hasbrouck, che nell’ultima partita contro Imola ha dato sfogo a tutte le sue abilità, e il risultato è stato devastante: 4/6 da due, 6/11 da tre, 26 punti fatti, 6 rimbalzi conquistati, 3 assist serviti ai compagni e 28 di valutazione. Il giocatore con la miglior media punti (19.3) di Jesi, Kenneth Brown, è stato infatti sostituto da Marques Green, play che ha militato nel campionato di Serie A. Occhi puntati anche su Pierpaolo Marini (13.5 punti, 5.9 rimbalzi e 2 assist di media a partita) e Ihedioha (10.9 punti e 6.8 rimbalzi a gara). Dall’altra parte, gli arancioblù dovranno stare molto attenti al duo Hollis-Fattori: il neo acquisto giallonero ha una media di 16.7 punti, 7.7 rimbalzi, 2.7 assist a partita e una percentuale del 66% da tre, mentre il numero 14 giallonero viaggia ad una media di 13.7 punti nelle ultime tre partite. Fari puntati anche su Gelvis Solano, secondo miglior realizzatore dei suoi con 15.2 punti di media.

L’assistant coach di Jesi, Maurizio Rossetti, commenta così la partita: «Giocheremo su un campo non facile e contro una squadra pronta a tutto pur di riuscire a far suo il risultato. Dal canto nostro, dovremo migliorare l’aggressività e mettere attenzione su ogni piccolo dettaglio: è proprio questo che fa la differenza. Sono convinto che ci faremo trovare pronti ad ogni sfida da qui alla fine»
Per Bergamo, invece, parola al general manager Ferencz Bartocci: «Jesi è una formazione che in questa stagione sta costruendo una propria identità giornata dopo giornata: la loro consapevolezza di essere una buona squadra rappresenta la loro forza. Hanno inoltre ritrovato una posizione di classifica che li sta riaccreditando per la griglia playoff, dopo aver anche sfiorato la partecipazione alle finali di Coppa».

Gli arbitri dell’incontro saranno i signori Stefano Ursi di Livorno, Chiara Maschietto di Treviso e Stefano Del Greco di Verona. All’andata (6 a giornata di campionata), i padroni di casa si imposero 94-81 all’interno delle mura amiche dell’UBI Banca Sport Center raggiungendo la loro quarta vittoria consecutiva: migliori in campo per la Termoforgia Jesi furono Brown (24) e Hasbrouck (19); per la BB14, invece, Fattori (25) e Solano (17). Uno di questi quattro non c’è più, ma gli altri tre sì. Replicheranno lo show dell’andata? Palla a due lunedì 12 febbraio alle ore 21.00 presso il PalaNorda di Bergamo.

PAROLA AI GIOCATORI
Massimiliano Sanna (guardia/ala della Bergamo Basket 2014): «Dopo molte buone partite consecutive ma senza i 2 punti avevamo fame di vittoria; è arrivata contro Piacenza, ma sappiamo che la vera difficoltà è dare continuità ai risultati. Puntiamo ad arrivare a lunedì con grande motivazione ed energia positiva, contro una squadra in forma come Jesi. Sempre e comunque insieme, come squadra come abbiamo sempre  fatto da inizio anno».
Matteo Piccoli (guardia/ala dell’Aurora Basket Jesi): «Con Imola siamo stati bravi ad essere più aggressivi di loro: Marques e Federico (Green e Massone, ndr) sono stati molto bravi a dettare i ritmi in attacco mentre Imola si è arresa troppo presto. Ci aspetta una difficile trasferta a Bergamo, squadra affamata di punti e alla ricerca della salvezza. L’innesto di Hollis è un’arma offensiva importante per i nostri avversari e per noi sarà una gara decisiva come tutte quelle che ci attendono da qui alla fine».

Treviso infila l'ottava dopo un complicato primo tempo.
Super Hasbrouck (47 punti) trascina Jesi. Bergamo cade in casa!