Super Javonte Green! La prima "battaglia" va a Trieste. Treviso sconfitta 84-78.

27.05.2018 21:00

È Trieste a far festa dopo la prima sfida di semifinale playoff contro Treviso ed al termine di una partita sostanzialmente equilibrata sferzata da un break per parte, con quello giuliano decisivo per il risultatato finale. In una sfida in cui tutti i giocatori in campo, da una parte e dall'altra, hanno provato a portare il proprio contributo, spicca il "solito" Javonte Grenn che, nonostante un paio di uscite forzate dal campo, scrive 29 punti, 8 rimbalzi e 36 di valutazione, risultando l'MVP indiscusso della prima all'Alma Arena.

Primo quarto che, si trattasse di pugilato, possiamo considerare pari: padroni di casa e ospiti sempre punto a punto, intenti in sorpassi e contro sorpassi che culminano nel 19-20 con cui le squadre si avviano al primo mini riposo. Tra i giuliani da segnalare i due falli di Lawrence Bowers, tra i veneti qualche errore di troppo a cronometro fermo (7/11 dalla lunetta). Nella prima parte della seconda frazione, gli attacchi si inceppano e per vedere il primo canestro dal campo di Trieste bisogna aspettare quattro minuti (tripla di Fernandez), addirittura cinque per il primo bersaglio di Treviso (tripla di Antonutti). Al 16' John Brown si accascia a terra con un linguaggio del corpo che non lascia presagire nulla di buono. L'ex Virtus Roma esce dal campo sulle proprie gambe ma non sarà più della partita, assenza non banale per coach Pillastrini ed i suoi che, comunque, riescono a tornare negli spogliatoi per l'intervallo avanti di due possessi sul 36-40. al rientro in campo dopo l'intervallo lungo, la TVB vive il suo momento migliore del match grazie alla tripla di Musso per il 38-45 e l'appoggio in contropiede di Fantinelli, qualche secondo dopo, che regala il massimo vantaggio ai viaggianti (+9) sul 38-47. Eugenio Dalmasson chiama immediatamente sospensione e, da qual momento in poi, i suoi rispondono presente (soprattutto in difesa) piazzando un break di 13-5 che riporta la partita sui binari dell'equilibrio (51-52) e regalano applausi ad un efficacissimo Alessandro Cittadini autore anche del 2+1 per il nuovo vantaggio giuliano sul 56-55 mentre le squadre tornano dai rispettivi allenatori sul 60-56 quando mancano soltanto dieci minuti al termine della prima sfida della serie. Unico neo l'uscita dal campo di Javonte Green dolorante alla caviglia dopo essere ricaduto male sulla stessa. Mussini da tre ed un Da Ros stile Bolle danno il massimo vantaggio all'Alma in avvio di ultima frazione, quattro punti in fila di Swann riportano Treviso a contatto, cinque consecutivi del rientrante Grenn ristabiliscono le distanze in un finale di gara in cui, nonostante la Dé Longhi ci abbia provato, i biancorossi non concedono nulla ciudendo gara 1 sul punteggio di 84-78.

Martedì si torna subito in campo per il secondo atto di una serie che, viste le premesse, esce, come prevedibile, da qualsiasi pronostico. Per coach Pillastrini sarà indispensabile recuperare Brown per provare a tornare al PalaVerde avendo invertito il vantaggio campo... Green e Trieste permettendo.

TRIESTE – TREVISO 84 – 78

Alma Pallacanestro Trieste: Fernandez 10, Green 29, Mussini 11, Schina ne, Deangeli ne, Janelidze, Prandin 3, Cavaliero 2, Da Ros 12, Bowers 10, Loschi ne, Cittadini 7. All. Dalmasson
Dè Longhi Treviso: Brown 4, Sabatini 7, De Zardo ne, Bruttini 8, Swann 11, Musso 8, Antonutti 17, Barbante ne, Imbrò 11, Fantinelli 10, Negri, Lombardi 2. All. Pillastrini

Risultati playoff 2018.
Verso Trieste-Treviso G2, Pillastrini: "In queste partite ogni dettaglio fa la differenza".