Leonis Roma: palazzetto, nuova squadra e migliaia di bambini in festa.

19.05.2018 16:59

La stagione della Leonis Roma, chiusa sul campo il 22 aprile scorso, non si è ancora fermata e in via Dell'Arcadia di ferie non se ne parla neanche anzi, si lavora già a pieno organico per preparare al meglio l'annata agonistica 2018-2019. Assetto societario rivisto e modificato, un nuovo palazzetto da mettere in piedi, accordi con gli sponsor confermati ("con probabili nuovi ingressi"), una squadra da costruire ripartendo da ciò che non ha funzionato l'anno scorso più tante iniziative e collaborazioni "sul punto di essere annuciate."

Partiamo dall'organico societario. Al timone della nave resta saldamente al comando il presidente Armando Buonamici, con il ruolo di vice confermato ad Emilio Gisondi. Le novità arrivano dalla "terza carica" societaria in poi: Cristiano Buonamici è il nuovo Direttore Generale, Davide Bonora rientra "in campo" con i galloni da General Manager, Michele Scatarzi abbandona il suo posto a bordo campo per il ruolo di Direttore Operativo, Antonio Mangiola fa il suo ingresso in via Dell'Arcadia da Responsabile Marketing, Mattia Panini prende il comando del reparto comunicazione mentre Davide Virgilio diventa il nuovo team manager dei capitolini.

Approfittando della festa di fine anno del torneo di minibasket 2017-2018, organizzata domenica 19 maggio negli spazi interni ed esterni del PalaAvenali, con migliaia di bambini "impegnati" in una meravigliosa mattinata di pallacanestro e gioco (GUARDA IL VIDEO), in un evento in cui Eurobasket Roma e World Food Programme Italia viaggiano a braccetto, ne abbiamo approfittato per cercare di capire cosa bolle in pentola in casa Leonis Roma.

Ad Armando Buonamici brillano gli occhi nel vedere via Dell'Arcadia "invasa" da migliaia di bambini: "Il mini basket rappresenta le nostre origini" - esordisce orgogliosamente il presidente - "e pur avendo grosse ambizioni anche con la prima squadra, non possiamo non continuare a coltivare il nostro rapporto con  il territorio e con le tante realtà giovanili che hanno fatto parte della nostra storia o che strada facendo si sono legate al nostro cammino." I bambini rappresentano il futuro prossimo sportivo e non della società romana ma quello più immediato è rappresentato dal terzo campionato consecutivo in A2 e un palazzetto dello sport, i cui lavori dovrebbero partire a breve: "Stiamo lavorando giorno e notte per riuscire, dopo cinquant'anni, a realizzare una nuova struttura sportiva in città." - le parole di Buonamici - "Grazie alla fondamentale collaborazione e disponibilità di tutte le istituzioni e gli enti coinvolti, sono molto fiducioso che, in tempi brevissimi, si possa dare il via al progetto a cui lavoro da sei mesi potendo annunciare l'inizio dei lavori per il nuovo palazzetto dello sport all'interno della Fiera di Roma." La nuova struttura sportiva però, visti i lavori necessari, non sarà pronta entro l'inizio del campionato 2018-2019 e, con il PalaTiziano prossimo alla chiusura (almeno due anni) per i lavori di ristrutturazione, si sta parallelamente lavorando ad una struttura provvisoria, sempre all'interno della Fiera, che possa accompagnare il progetto da 5.000 sedili.

Dal punto di vista sportivo, quella appena trascorsa, è certamente una stagione negativa per la Leonis Roma ma Cristiano Buonamici non ne fa un dramma: "Non possiamo certo essere contenti di quanto prodotto in campo nel campionato appena finito" - esordisce il Direttore Generale - "ma nello sport possono capitare delle annate poco fortunate. Abbiamo capito gli errori e questo ci aiuterà a non commetterli di nuovo anche perchè vogliamo riprendere il cammino virtuoso che ci ha visto, in pochi anni, scalare le categorie nazionali dalla serie D alla serie A2, sempre vincendo sul campo." La costruzione della squadra passa dalla scelta del nuovo coach. In queste settimane alla Leonis sono stati accostati tantissimi nomi per la panchina con Fabio Corbani che appare il favorito seppure ancora non c'è l'ufficialità. 

Chi ha respirato tanta aria di parquet in questi ultimi due anni è Michele Scatarzi che, con il nuovo ruolo, passa dal legno del campo al legno della scrivania portando con se tutta l'esperienza maturata sia dal punto di vista sportivo che dal punto di vista delle relazioni: "Sicuramente ho maggiori responsabilità, ma sono entusiasta del mio nuovo incarico in società." - Le parole del Direttore Operativo - "La nuova squadra dirigenziale sta lavorando a pieno ritmo, abbiamo tanti obiettivi da raggiungere ma siamo partiti con lo spirito giusto e con un ottimo feeling, e questo non può che essere un grande segnale considerate le ambizioni di crescita. La mia esperienza da team manager mi sarà certamente utile per poter guidare il nuovo gruppo che mi è stato affidato." Scatarzi lascia intendere che a breve si saprà di più rispetto ad un importante progetto sportivo che vedrà lui e la Leonis Roma coinvolti in prima persona ma, per ora, "non si può dire nulla."

Anche la comunicazione è chiamata ad un restyling affidato a Mattia Panini: "Abbiamo intenzione di dare una nuova impronta ai prodotti della comunicazione." - Dichiara il nuovo responsabile - "Insieme ad Antonio Mangiola stiamo studiando una nuova politica di comunicazione che possa essere maggiormente attrattiva, stiamo costruendo un team che possa raccontare il campionato della prima squadra e quello delle nostre giovanili, e stiamo lavorando per mettere in piedi la nostra TV sul web. In vista della prossima stagione vogliamo essere pronti per farvi vivere il mondo Leonis Roma da un punto di vista privilegiato."

La mattinata di festa in via Dell'Arcadia volge al termine, i bambini lasciano il PalaAvenali con i rossi in faccia, un sorriso in bocca ed un diploma in mano. Anche noi andiamo via lasciando tutti al proprio lavoro.

Risultati playoff 2018.
Mantova, la stagione 2018-2019 è salva. C'è il main sponsor?