GIRONE OVEST

Virtus Roma, vittoria doveva essere e vittoria è stata.

La Virtus Roma batte Cassino 86-71.

07.10.2018 21:24

a cura di Edoardo Caianiello

Roma - Vittoria doveva essere e vittoria è stata: la Virtus Roma batte Cassino (86-71) e bagna il ritorno al PalaEur con due punti che raccolgono gli applausi dei tifosi presenti, quelli che hanno vivacemente riempito il primo anello del suggestivo impianto capitolino. I padroni di casa dominano a rimbalzo, eloquente il 46-28 finale in favore dei ragazzi di Bucchi che per parola di Massimo Chessa (nuovo capitano) giocano bene insieme e sono contenti di farlo.

Non era così semplice così come poteva sembrare: i neo promossi, venuti a Roma con la testa libera e senza l’”obbligo” di dover fare il risultato hanno per diversi momenti dell’incontro venduta cara la pelle contro i romani che ad onore del vero hanno sempre avuto il controllo del match. Sims è indubbiamente una montagna troppo grande da scalare per la difesa e per i lunghi di Cassino ed il tabellino è la prova della sentenza definitiva dell’incontro: 24 punti, 15 rimbalzi e 2 stoppate ed una schiacciata su alzata di Moore che ha infuocato i tifosi presenti.

Moore vede prima quello che succede in campo e dopo tre quarti non al suo massimo livello, nell’ultimo piazza un parziale di 7-0 che indirizza l’incontro verso i titoli di coda. Bene Landi che chiude a 16 punti e con una buona presenza a rimbalzo (otto) e sia Santiangeli che Saccaggi, ambedue con 8 punti, danno un apporto importante alla causa con triple importanti in momenti delicati.

Cassino – Non c’era timore negli occhi degli esordienti nella categoria che si sono affidati alle spalle possenti di Davide Raucci, ai canestri ed all’esperienza di Ingrosso ed ai centimetri e chili (ed alla mano educata) di Simone Bagnoli.

Menzione assoluta per Dalton Peppe che per i laziali fa un po’ pentole e coperchi e non si tira indietro nel prendersi responsabilità, Antino Jackson è dinamite pura e non ha paura di sfidare Moore in diverse occasioni, senza tirarsi indietro. Se la salvezza è l’obiettivo, questo è lo spirito giusto.

VIRTUS ROMA – VIRTUS CASSINO 86-71

VIRTUS ROMA: Spizzichino n.e., Alibegovic 4, Lucarelli n.e., Chessa 2, Moore 17, Sandri 2, Baldasso 5, Saccaggi 8, Landi 16, Sims 24, Matic n.e., Santiangeli 8 All. Bucchi

BPC VIRTUS CASSINO: Masciarelli n.e., Ingrosso 17, Jackson 12, Castelluccia, Gambelli n.e., Fontana n.e., Paolini n.e., De Ninno 3, Bagnoli 15, Bianchi n.e., Raucci 11, Pepper 13, Rossi, Montagner n.e., Pacato n.e. All. Vettese

Buona la prima per gli Stings! Gli Sharks cadono al PalaBam.
Renzi illegale, esordio con vittoria per Trapani.