GIRONE OVEST

Alla Virtus Roma lo spareggio per il primo posto. Bergamo KO dopo un supplementare.

20.01.2019 20:12

a cura di Edoardo Caianiello

E’ stata una partita bellissima quella tra le due prime della classe, vince la Virtus Roma dopo un tempo supplementare e dopo minuti finali a battitit incredibilmente accelerati. Un match difficile per i padroni di casa che vincono non solo contro una diretta concorrente e avversario tosto ma contro i fantasmi dell’andata che hanno reso, in qualche occasione, il pallone pesante. Altra prova enorme di Henry Sims (19 punti e 15 rimbalzi) che gioca da metronomo aggiunto e perennemente raddoppiato e triplicato cerca sempre di mettere in ritmo i compagni, nel finale si carica i suoi sulle spalle. Non solo Sims ma oggi, nonostante la grande prova del lungo americano, c’è un Aristide Landi per cui sono finiti gli aggettivi, oggi chiude con 21 punti e 9 rimbalzi. Ma menzione particolare va a Marco Santiangeli, sin ad oggi in ombra ma oggi autore di una prova solida ma sicuramente, diversa: sono 13 punti (e soprattutto 8 assist) per lui. Due punti di grande importanza che fanno esplodere di gioia i 2.745 del Palazzo dello Sport e che lanciano i padroni di casa, di nuovo, in testa alla classifica, in attesa che Bergamo recuperi la partita che Roma ha anticipato con Latina. Unica nota stonata è Nic Moore, che fatica e non poco in questo periodo. Ha difficoltà ad entrare nei match e legge male i momenti emotivi dell’incontro, commettendo anche falli “forzati” e ingenui.

LA PARTITA. Parte bene Bergamo che si porta avanti con il canestro di Casella che vale il 7-11 per la formazione bergamasca. Santiangeli segna e difende bene ma Bergamo trova il canestro con Sergio (14-16). Si annuvola il cielo della squadra di Dell’Agnello con Roderick che commette il terzo fallo ì, già nel primo quarto. Roma perde tre palloni e Casella nel finale la punisce, dopo dieci minuti è vantaggio ospite 19-14. L’equilibrio si mantiene nel corso di tutto il secondo quarto con Landi e Fattori che realizzano per le rispettive squadre: se nella prima delle quattro frazioni sono gli ospiti ad avere la meglio, il secondo si chiude con Roma brava a spingere ed a portarsi avanti con lo stesso Landi, dopo venti minuti è 36-32. Roderick commette il quarto fallo ma in casa Virtus Roma, è Nic Moore ad avere tre falli. Bergamo si piazza 3-2 in difesa e Sims prova a caricarsi la squadra sulle spalle ma Roderick attacca il canestro e segna (48-45). Landi e Sims non ci stanno, Sandri chiude i primi trenta minuti sul 55-48 per i padroni di casa. Sims commette il quarto fallo e Roderick segna e lancia il parziale degli ospiti che si riportano avanti, è 55-56. Moore pareggia e riporta avanti i suoi con un gioco da quattro punti (61-60) e apre il sipario ad un finale da cardiopalma: Sergio pareggia (65-65), Sims segna (67-65), Taylor riporta avanti i suoi (68-67), nel finale due canestri pesantissimi di Santiangeli (70-68) ed uno di Benvenuti (70-70) mandano tutti al tempo supplementare. Arriva il quinto fallo di Roderick ma Roma mette in campo una voglia di vincere maggiore degli avversari: Landi, Santiangeli e Baldasso firmano la vittoria ( nonostante un antisportivo nel finale di difficile comprensione), Bergamo sbaglia e la Virtus Roma vince: termina 82-78.

VIRTUS ROMA – AZIMUT BERGAMO 82-78 dts
Virtus Roma: Spizzichino ne, Alibegovic 3, Lucarelli ne, Chessa 2, Moore 12, Sandri 5, Baldasso 4, Saccaggi 3, Landi 21, Sims 19, Matic ne, Santiangeli 13. All: Bucchi
Azimut Bergamo: Augeri ne, Casella 7, Roderick 20, Taylor 21, Fattori 11, Zucca, Piccoli ne, Sergio 8, Benvenuti 11, Zugno. All: Dell’Agnello

Girone Est, i risultati e la classifica dopo la 17^ giornata.
Verso Legnano-Bergamo, entrambe vogliose di rialzarsi dopo i k.o. dell’ultima giornata.