GIRONE EST

Amici e Fultz, la Effe fa suo il derby contro Ferrara.

La Fortitudo torna al successo e si avvicina al primo posto.

28.01.2018 20:13

a cura di Alessio Scandola

Torna al PalaDozza la Fortitudo Bologna, in un derby emiliano contro Ferrara che nelle ultime edizioni non è mai stata una partita per cuori deboli, finendo spesso con punteggi altissimi e tiratissimi. Assenti Bryan, Legion, Mancinelli e coach Boniciolli per i bolognesi, Ferrara cortissima per la cessione di Venuto avvenuta in settimana.

Parte malissimo Bologna, che perde per il resto della partita McCamey per una distorsione alla caviglia dopo 2 minuti. Trova il primo canestro dopo oltre 5 minuti con una tripla di Cinciarini; Ferrara, che era scappata sull’8-0, riesce anche a caricare di falli i lunghi felsinei. È paziente però la truppa oggi guidata da Comuzzo, che progressivamente riesce a rimontare e con Amici si porta sul 10 pari. Cortese e Molinaro trovano i canestri pesanti dalla lunga e riportano gli estensi sul 14 a 18 di fine primo quarto. In questi due minuti di pausa la Fossa dei Leoni con tutto il PalaDozza ricordano il “lungo”, Gianfranco Malagoli, storico speaker scomparso 20 anni orsono.

Si sbloccano gli attacchi da entrambe le parti, con le difese che diventano molto più permissive. Secondo fallo per Cortese, a cui fanno compagnia Rush e Moreno, notizia pessima per le già corte rotazioni limitate ancor di più dopo 2 minuti. Antisportivo a Panni e Fultz prima pareggia a quota 23 e porta in vantaggio subito dopo i suoi con una tripla. Non demorde Ferrara, 6-0 di parziale e torna sopra, ma non ci rimane molto per qualche errore di troppo, soprattutto di Panni; inizia a far circolare bene palla la Effe, che si porta sul +6 costringendo Bonacina al timeout. Fallo tecnico ad Amici per un’esultanza di troppo, che si carica e segna due triple, in una partita che, viste le notizie di mercato, lo vede galvanizzato. Si sblocca definitivamente l’attacco bolognese, e se Chillo chiude il quarto sul 49-33 con la tripla da metà campo per Ferrara si mette male.

Come non detto: il terzo quarto è la fotocopia del primo, attacco bloccato per Bologna, Ferrara che è costante e rientra a -12. E come nel primo quarto è ancora Cinciarini a sbloccare, segnando e costringendo Rush a commettere il suo quarto fallo. Partita che diventa ancor più fisica se possibile, è il terreno di caccia di Italiano che segna 5 punti, difende con grinta e porta a 4 il numero di falli di Fantoni. Rosselli mostra lampi della sua classe, sia in attacco che in difesa, dove contiene ottimamente Hall. È l’inchiodata pazzesca di Cortese, sicuramente tra gli highlights di giornata, a concludere sul 65-49.

Bonacina perde subito Rush per falli, la partita è ormai sui binari biancoblù; è una prova di maturità per Bologna, che si trova a gestire il vantaggio. Ferrara riesce a rimontare dal -19 al -13, Comuzzo richiama i suoi con il timeout. Partita che però vede perdere molti protagonisti del Kleb per falli e la Fortitudo riesce ad archiviare la pratica piuttosto agilmente, portandosi, a braccetto con Montegranaro, a -2 da Trieste.

83-66 il risultato finale, frutto di un’ottima prestazione di Amici, che finalmente si sblocca, ma anche di Fultz, ottimo regista, e di Rosselli, che gioca a tutto tondo. L’attacco sembra aver avuto meno patemi rispetto alle ultime partite: al di là della prova di Jesi, tutti sono sembrati coinvolti nella circolazione di palla, tutti hanno contribuito alla prestazione odierna. Ferrara ci ha provato, soprattutto con Hall e Cortese, ma è troppo modesta, numericamente parlando, per poter impensierire questa Effe.

Appuntamento sabato a Brescia, tornando al San Filippo che fu teatro della fatal gara 5 di due stagioni fa per la Fortitudo, contro una Orzinuovi che è ora il fanalino di coda. Partita più impegnativa per Ferrara, che ospiterà un’ostica Mantova, vittoriosa contro Forlì nella partita odierna.

GUARDA LA SALA STAMPA DI COACH COMUZZO

CONSULTINVEST FORTITUDO BOLOGNA 83 – 66 KLEB BASKET FERRARA (14-18, 35-15, 16-16, 18-17)

FORTITUDO: Cinciarini 16, Pederzoli, Fultz 17, Montanari ne, Chillo 9+8r, Gandini 2, Amici 20, Rosselli 5+6r+7a, Pini 9+7, Italiano 5, McCamey. All. Comuzzo.

FERRARA: Mancini, Rush 5, Drigo ne, Hall 17+9r, Fantoni 5, Carella, Molinaro 10, Cortese 18, Panni 3, Moreno 8. All. Bonacina.

 

ISCRIVITI ALNOSTRO CANALE YOUTUBE

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

Serie A2 Italia seguirà la tre giorni di Final Eight a Jesi.
Casale rimaneggiata, la Viola non si lascia scappare l'occasione e vola al quinto posto.