GIRONE EST

Ferrara tiene 20 minuti poi è uno splendido assolo della Poderosa.

Montegranaro ribalta anche il computo degli scontri diretti.

14.01.2018 14:57

 

a cura di Antonio Mangiola

La Poderosa Montegranaro reagisce alla delusione per la mancata qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia regalandosi una vittoria netta (con centello) contro Ferrara che, al contrario, concede il bis di sconfitte dopo la partita persa nel turno precedente in casa contro Piacenza. I marchigiani ribaltano a loro favore anche il computo degli scontri diretti anche se, ad essere onesti, sembra improbabile che le due squadre si possano trovare appaiate al termine della regular season, almeno per quello che si è visto in campo oggi. Da una parte la XL Extralight ha saputo reagire alla grande ad una partenza ad handicap riuscendo, pian piano, ad imporre il proprio giogo, dall'altra una Bondi che alle prime difficoltà si è sciolta come la neve al sole.

Partono decisamente meglio gli ospiti trainati da un superbo Mike Hall ed orfani, momentaneamente, di Erik Rush tenuto in panchina i primi nove minuti di gioco a causa delle precarie condizioni dovute ad un attacco influenzale. Il Kleb volo sul +11 (9-20) con la tripla di Moreno e chiude la prima frazione avanti sul punteggio di 20-28. Decisamente migliore l'impatto con il secondo quarto degli uomini di coach Ceccarelli che rientrano immediatamente in partita grazie ad un break di 7-1 chiuso da un 3/3 dalla lunetta di Campogrande. Un tecnico fischiato alla panchina di Ferrara e la chirurgica precisione di Powell a cronometro fermo riportano in vantaggio la Poderosa in cui allungo viene frenato da un grande Tommaso Fantoni che, da solo, tiene a galla i suoi. Si torna negli spogliatoi con gli ospiti ancora avanti sul 44-46.

Al rientro in campo dall'intervallo lungo, Montegranaro fa subito capire quale sarà la musica di questa seconda parte di gara. Per i padroni di casa arriva un break di 8-0 (52-46) che da il là alla fuga di Amoroso e compagni. Cortese interrompe con una tripla l'emorragia di punti per i suoi ma è super Zucca a fare la differenza in questa fase della partita. Il giovane lungo della XL Extralight, con Powell seduto in panca gravato di tre falli, domini in entrambi i lati del campo e la Poderosa può iniziare ad aggiornare in sequenza una serie interminabile di massimi vantaggi fino al 77-58. A dieci minuti dal termine il tabellone luminoso del PalaSavelli dice 77-60. Ferrara è in totale confusione ed appare assolutamente fuori centro rispetto a quanto sta accadendo in campo. Montegranaro non può che ringraziare ed approfittarne raggiungendo il nuovo massimo vantaggio sul 90-66. La partita non ha più storia e viene chiusa dalla tripla di Campogrande che fissa a 100 i punti messi a referto dalla sua squadra contro i 76 degli ospiti.

@MangiolaAntonio

 

GIOVEDÌ ORE 19:00 SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE

Piacenza resiste 15 minuti poi è un assolo di Treviso.
I risultati dopo i primi tempi.