GIRONE EST

Treviso fa suo il derby veneto, a Verona non bastano 30 ottimi minuti.

05.11.2018 08:28

a cura di Francesco Cernetti

Al Palaverde si affrontano due squadre con voglia di rivalsa,in quanto sconfitte nel turno infrasettimanale (Treviso a Cento,mentre Verona in casa contro l’Assigeco Piacenza).

Nei padroni di casa pesa l’assenza del capitano Michele Antonutti,ma i tifosi possono comunque sorridere per la presenza nei 12 di Giovanni Tomassini,il cui recupero procede a gonfie vele.

Coach Menetti schiera Wayns-Lombardi-Alviti-Lombardi-Tessitori,mentre coach Dalmonte manda in campo Amato,Henderson-Severini-Udom-Candussi. Wayns apre le danze con un jumper al primo possesso offensivo per Treviso,Amato dall’altra parte impatta subito. Lo stesso Amato mette a segno la prima tripla della sua serata(saranno 5 su 8 tentativi a fine partita per il play della Scaligera),prima che Udom firmi il primo vantaggio ospite sul 6-7. Treviso alza l’intensità difensiva e si rimette avanti con una bella penetrazione con fallo subito da Imbrò(capitano di serata vista l’assenza di Antonutti). Amato mette la seconda bomba personale,ma è ancora Imbrò a rimettere Treviso a –1 dall’arco a fine primo quarto.

All’inizio del secondo periodo è Verona a prendere in mano la partita,portandosi rapidamente sul 27-20 grazie a un canestro di tabella di Ikangi,costringendo Menetti a fermare il gioco. Treviso rialza la testa con 4 punti in fila prima di 5 punti consecutivi di Ferguson. Sul –8(24-32),i padroni di casa infilano un 14-2 di parziale con Burnett e Wayns protagonisti con 8 e 6 punti rispettivamente,permettendo a Treviso di andare all’intervallo sul 38-34.

Sono ancora Burnett e Wayns a mettere i primi 5 punti della TVB al rientro dalla pausa lunga. Henderson e Amato mettono una bomba a testa,riavvicinando Verona nel punteggio. Burnett segna altri due canestri,la Tezenis però non cede,anzi prima impatta con 5 punti di Severini sul 47 pari,poi prende il largo fino al +6 con un 2/2 dalla lunetta di Udom. I biancoblu non mollano,Chillo e Imbrò mettono Treviso sul 53-53. Udom prova a girare di nuovo l’inerzia della partita con una schiacciata ma la TVB continua sull’onda dell’entusiasmo e chiude il terzo quarto sul +3(60-57). Abile coach Menetti a trovare una soluzione per riprendere in mano la partita schierando un quintetto piccolo,con Alviti da 4 tattico per portare Udom più lontano dal pitturato. Nell’ultimo periodo Verona finisce le energie,con 7 perse sulle 15 complessive degli ospiti,Imbrò detta legge e Treviso la porta a casa senza troppi patemi,complice un attacco troppo statico dei gialloblu,autori di soli 9 punti negli ultimi 10 minuti.

Treviso porta a casa il derby veneto e rimedia al passo falso di Cento,sconfiggendo un’ottima Verona,che incassa il secondo stop consecutivo in campionato. Per gli ospiti fatali gli ultimi 10 minuti,dopo aver disputato tre quarti di ottimo livello. Quattro gli uomini in doppia cifra per la De’ Longhi,tra cui spiccano i 16 di Imbrò,protagonista su entrambi i lati del campo.

Va alla Virtus il big match della 6^ giornata ad ovest. I capitolini restano in testa.
Bergamo fa il colpo in trasferta: Capo d’Orlando sconfitta 89-90 all’overtime.