Italians Do It Better - Ottavi di Finale

09.05.2019 19:20

a cura di Stefano Blois

Gli ottavi di finale dei playoff sono in archivio ed è tempo di eleggere i migliori italiani del primo turno di post season.

MATTEO IMBRO'- DE LONGHI TREVISO
Più sofferta del previsto, l'affermazione di Treviso su una Trapani che ha forzato la De Longhi alla 'bella' del PalaVerde. E una spinta decisiva al passaggio del turno l'ha data il 25enne esterno siciliano (13+4 assist di media), ormai un punto di riferimento assoluto per coach Menetti: a maggior ragione con i 18 punti nella decisiva gara5.

LORENZO CAROTI-REMER TREVIGLIO
Con la pesante assenza di Pecchia spettava all'ex Reggio Calabria caricarsi sulle spalle la Remer: missione abbondantemente compiuta, con 14 punti a ritmi da stakanovista (quasi 36' sul parquet) e l'highlight della decisiva tripla di gara5 che ha spento le ultime velleità di Roseto. La ciliegina sulla torta? 16/33 dall'arco nella serie!

MICHELE ANTONUTTI-EDILNOL BIELLA
Unica tra le otto underdog a ribaltare il fattore campo, Biella deve molto di questa impresa al cigno Antonutti: 13 punti e 7 rimbalzi di media, chirurgico dall'arco (6/11), e soprattutto il ruggito decisivo nella rimonta di gara4. Tutto ciò contro la sua Udine: per una sceneggiatura del genere serviva un regista d'eccezione.

LORENZO BENVENUTI-AZIMUT BERGAMO
Passare in due anni da 5 punti stagionali in 15' a una serie playoff con 13.4 segnati e percentuali extralusso per chiunque, figurarsi un lungo: 23/31 da 2, 3/6 dall'arco, 12/13 in lunetta. Quando si parla di miglioramenti basta guardare a Lorenzo Benvenuti, che ha firmato proprio in gara 5 l'high della serie a quota 18: e la sua Bergamo, col brivido finale, vola ai quarti.

MITCHELL POLETTI-TEZENIS VERONA
Solidità e durezza: sono questi gli ingredienti con cui Verona, dopo aver perso il fattore campo in gara 2, si è imposta per due volte con autorità sul parquet di Casale per superare il turno. E uno di quelli che meglio li ha incarnati è stato il lungo milanese, un fattore per tutto l'arco della serie: 14 punti, 8 rimbalzi, e sei soli errori da 2 su ventuno tentativi.

I provvedimenti disciplinari dopo le gare dell'8 maggio.
I provvedimenti disciplinari dopo Gara 1.