GIRONE EST

Mancio e Rosselli guidano la Effe degli italians in testa ad est.

La Fortitudo aggancia in testa Trieste impegnata domani all'Alma Arena contro Bergamo.

03.02.2018 22:36

a cura di Antonio Mangiola

La Fortitudo degli italiani passa anche al San Filippo premendo sull'acceleratore nei minuti finali del match in cui una combattiva Orzinuovi ha dovuto alzare bandiera bianca contro un avversario dal tasso tecnico nettamente superiore e con delle rotazioni abbondantemente più alte. Coach Comuzzo, ancora supplente del convalescente Boniciolli, porta la Effe in testa ad est in attesa che Trieste faccia il suo domani contro Bergamo, a meno di epiche scalate dell'Everest (cit.). Super serata per Guido Rosselli (26 punti in 27 minuti) e Stefano Mancinelli (23 punti in 28 minuti) che in due producono più del 50% del fatturato dei felsinei dimostrando di poter essere due buoni "americani" in questa categoria. Dall'altra parte spiccano Sollazzo (25 punti) e Strautins (19 punti) mentre Raffa (0/4 da tre) chiude con 11 punti a referto con tanti lampi positivi e parecchi passi falsi, palle perse e tiri forzati.

La gara parte con una serie di break e contro break. 4-0 Orzinuovi, 6-0 Fortitudo e poi ancora 5-0 per i padroni di casa con il tabellone che dice 9-6 a metà della prima frazione. La Effe prova a dare il primo mini strappo a due minuti dalla prima sirena andando in vantaggio di 4 (14-18) lo stesso scarto che conserva al primo mini riposo (18-22). Nel secondo quarto Rosselli sale in doppia cifra (10) con la tripla del +7 per i suoi (20-27) prima che Sollazzo (due triple in fila) e Scanzi (5 punti consecutivi) si travestano da MVP per l'ennesimo contro parziale (10-0) che ripora avanti i lombardi sul 30-27 e costringono Comuzzo al time out. Gli emiliani rientrano con la tripla del pareggio del Mancio (32-32) e sorpassano con il canestro di Fultz per il 32-34 per gli ospiti quano mancano tre minuti all'intervallo lungo. Negli ultimi 180 secondi di gioco il canestro diventa una chimera tanto che le due squadre producono un canestro a testa per il 34-36 a favore di Rosselli e compagni.

Al rientro in campo, gli uomini di coach Finelli impattano molto bene piazzando un parziale di 8-2 (42-38) che ribalta completamente il vantaggio tra le due contendenti. La risposta di Rosselli e compagni è altrettanto vigorosa tanto da portare gli ospiti sul 42-48 grazie ad un contro parziale di 10-0 che sembra portare l'inerzia nelle mani degli italians di coach Comuzzo. Gli strappi però, da una parte e dall'altra, non mancano neanche in questa frazione tanto che Sollazzo è l'autore del canestro del pareggio (51-51) e Raffa quello del sorpasso (56-54) prima del mini break finale della Effe per il 56-58 a dieci minuti dal termine. Nell'ultimo quarto partono meglio gli uomini di coach Comuzzo. Rosselli mette la tripla che chiude il parziale di 9-2 (58-67) a favore dei suoi e, pur non mettendo la parola fine, la gara da l'impressione di prendere la strada dell'Emilia. Orzinuovi prova rientrare ma a questo punto la Effe vede la linea del traguardo chiaramente e svilisce i tentativi di rimonta degli avversari che crollano sulle due triple consecutive di Rosselli e Mancinelli per il +11 Fortitudo (71-82). Ai bolognesi non resta che controllare fino all'ultima sirena e portarsi a casa i due punti e la testa della classifica con il punteggio finale di 90-81.

Orzinuovi: Strautins 19, Raffa 11, Scanzi 12, Sollazzo 25, Ghersetti 11, Iannilli, Ruggiero 3, Zambon, Antelli ne, Zanardi ne, Yabre ne, Valenti ne All. Finelli

Fortitudo Bologna: Boniciolli ne, Cinciarini 7, Mancinelli 23, Futltz 9, Montanari ne, Chillo 2, Gandini 5, Amici 7, Rosselli 26, Pini 2, Italiano 9, McCamey ne All. Comuzzo

@MangiolaAntonio

 

Girone Ovest, la classifica dopo la 19^ giornata.
Rieti riporta Reggio Calabria con i piedi per terra.