Bergamo, buona la prima. Ma quanta fatica contro Mantova.

Dopo tre quarti sottotono, i gialloneri si riprendono nel finale e vincono gara-1. Non bastano agli ospiti i 24 punti di un super Visconti.

29.04.2019 08:55

a cura di Daniele Ronzoni

Gara 1 in tasca a Bergamo: è questo quanto sancito del primo scontro fra BB14 e Mantova, risultato raggiunto al termine di un match a lungo dominato dagli ospiti ma acciuffato nel finale dagli uomini di coach Dell’Agnello nonostante una prova a lunghi tratti sottotono.

Già i primi minuti del match mostrano una BB14 non al 100%: dopo il vantaggio iniziale ad opera Benvenuti-Taylor-Roderick, salgono in cattedra gli ospiti giovando dei troppi secondi palloni concessi dai gialloneri a rimbalzo. Sull’ennesimo taglia-fuori mancato, il canestro di Morse (11-15) obbliga coach Dell’Agnello a fermare il gioco, ma al rientro in campo l’inerzia non cambia: Maspero e lo stesso Morse portano a sei le lunghezze di vantaggio di Mantova, accorciate a 4 (18-22) da Taylor sulla sirena. L’1/2 ai liberi di Casella apre un secondo parziale che vede la BB14 giocare a tratti e Mantova continuare a fare quel che vuole in attacco. Bergamo si porta subito avanti 24-22 ma viene poi ripresa e superata da Ghersetti. La regia di Veidman, le triple di Visconti e la ferma presenza di Morse permettono a Mantova di andare negli spogliatoio avanti 42-44. Bergamo, dal canto suo, alterna sprazzi di buon gioco ad altri in cui subisce in maniera eccessiva le offensive ospiti. Dopo l’intervallo lungo si assiste ad una fase molto combattuta del match: Mantova difende in maniera egregia e sfrutta i vuoti difensivi di Bergamo, che in compenso riesce a trovare una maggior confidenza col canestro rispetto ai primi due quarti. Mantova si affida molto a Ghersetti e agli scarichi per Visconti, mentre Bergamo inizia a giocare in maniera fluida dal perimetro. Sulla sirena finale del terzo quarto il punteggio dice 67-70 in favore dei biancorossi. La tripla di Taylor dà il via agli ultimi 10’ e sul possesso successivo Zucca porta avanti la BB14. La gioia dura però poco perché Mantova torna avanti con le triple di Visconti e le incursioni di Maspero, e proprio una tripla del 13 biancorosso obbliga coach Dell’Agnello a chiamare time out. Visconti (7/14 da tre) segna la tripla del +7 ospite (74-81) che sembra lasciar presagire un finale favorevole a Mantova, ma nel momento più duro del match esce la migliore BB14 che – trascinata da Roderick e Taylor ben supportati da Zucca, Sergio e Benvenuti – piazza un parziale di 2-16 che ribalta nettamente il match. Al suono della sirena finale il tabellone dice 94-85 per i padroni di casa, che martedì dovranno iniziare gara-2 con la stessa intensità con cui hanno concluso gara-1. Discorso opposto invece per Mantova, incapace di dare il colpo di grazia durante il match e di reagire poi al ritorno avversario.

Bergamo Basket 94 – 85 Pompea Mantova (18-22, 24-22; 25-26, 27-15)
BERGAMO: Roderick (27p + 8r + 7a), Taylor (32p + 6a), Fattori (3), Sergio (8), Benvenuti (8); Casella (6), Zugno (1), Zucca (9), Crimeni (n.e.), Bedini (n.e.), Piccoli (n.e.), Marelli (n.e.).
MANTOVA: Vencato (6), Veidman (12), Morse (14), Raspino (2), Ghersetti (13); Visconti (24), Poggi (0), Ferrara (0), Maspero (8), Metreveli (6), Guerra (n.e.), Albertini (n.e.).

Roseto sbanca il PalaFacchetti dopo un overtime e ribalta il fattore campo.
I provvedimenti disciplinari del 27 e 28 aprile.