GIRONE OVEST

Reggio vince meritatamente contro una NPC debole ai rimbalzi.

Rieti alla seconda sconfitta consecutiva.

23.10.2017 13:53

 

a cura di Gaetano Laghetti

La Met Extra Reggio Calabria festeggia la seconda vittoria casalinga mentre alla NPC Rieti resta il rammarico per una sconfitta evitabilissima al cospetto di una squadra apparsa ampiamente alla sua portata. Tra l'altro i padroni di casa hanno dovuto presto rinunciare per infortunio all’americano Roberts, assenza molto pesante per i neroarancio che hanno sopperito con una buona prestazione di squadra, soprattutto dei giovani Caroti e Rossato. La NPC invece è ancora apparsa deficitaria nel reparto lunghi, con l’americano Davemport ancora negativo e comunque avulso da qualunque gioco di squadra, sia offensivo che difensivo, male anche Gigli e Carenza che hanno sofferto a rimbalzo e non sono mai stati messi in condizione di essere pericolosi sotto i tabelloni. Partita andata avanti a strappi, Rieti si è aggiudicata i quarti dispari, il primo e terzo, per poi calare fino a spegnersi completamente nell’ultimo quarto.

L’inizio è stato molto lento e impreciso da entrambe le parti, dopo 5’ il punteggio è 4-4 e il primo strappo è di Rieti che grazie a Hearst si porta sul 4-9, Reggio è imprecisa dall’arco e gli ospiti ne approfittano per portarsi sul 8-14 grazie a due liberi ancora di Hearst. Entra Caroti che mette a segno subito una tripla, realizza anche Rossato e la Viola. va al primo riposo in svantaggio solo 13-17.
Il secondo quarto è di marca totalmente neroarancio, AJ Pacher inizia a prendere le misure ai lunghi avversari e a dominare sotto canestro, aiutato anche da Baldassarre. Parziale di 8-2 per la Viola con Rossato che suggella il sorpasso sul 21-19. Si procede punto a punto con le squadre che si scambiano vantaggi minimi fino a metà del quarto quando i padroni di casa riprovano ad allungare piazzando un parziale di 7-0 in 3 minuti e portandosi sul 30-24. Partita a punteggio basso, bassissimo per una NPC con le polveri bagnate che fatica a trovare la via del canestro con una certa continuità, a parte il solito Hearst. Dopo tanti errori, Hassan riesce finalmente a sbloccarsi dalla linea dei 6,75, il suo primo canestro dalla lunga distanza in questo campionato, ma risponde un preciso Caroti con 3/3 dalla lunetta. Si va al riposo lungo sul 35-29 per la Met Extra Reggio Calabria.

Tutta altra musica per la NPC Rieti al rientro sul parquet, Hassan Carenza e Tommasini, finalmente, ritrovano la strada del canestro piazzando triple a raffica e portando gli ospiti in vantaggio 40-45. La risposta dei padroni di casa è affidata ancora a Caroti che con una tripla ferma l’emorragia, ma il pallino del gioco sembra passato dalla parte degli ospiti, a parte le solite amnesie sotto canestro. Baldassarre ne approfitta per raccogliere un rimbalzo offensivo e realizzare il -1 sul 48-49 a 100” dal termine, ma Savoldelli dall’arco e Hearst dalla lunetta allungano ancora per gli ospiti. Il terzo quarto si chiude con una importantissima tripla di Passera che porta Reggio all’ultimo riposo sotto solamente 51-54. Partita non bellissima tecnicamente ma di sicuro molto intensa, e si attende un ultimo quarto scoppiettante, un po come sono stati tutti i finali della squadra calabrese. Rieti invece sembra lentamente spegnersi nell’ultima frazione, Gigli non si rende mai pericoloso spalle a canestro, Davenport continua a latitare ma un po tutta la NPC torna a fare una fatica enorme per trovare la via del canestro, anche Hearst trova delle forzature ma Reggio non ne approfitta a dovere, ci pensano gli arbitri a dare uno scossone al match. Sul 53-56 al 33’ una stoppata regolare di Davenport viene tramutata in fallo, poi tecnico all’americano che esce per 5 falli. Tre tiri liberi per Reggio e possesso, in un amen è sorpasso sul 57-56. Rieti sembra accusare il colpo, in 7 minuti parziale di 9-2 per i padroni di casa che a 3’ dal termine sono in vantaggio 60-56 contro una NPC che soffre il pressing avversario a tutto campo e non segna più. E’ il solito Hearst con la tripla del -1 a dare una boccata d’ossigeno ai suoi ma l’inerzia del match sembra passata tutta in casa Viola, Rieti forza le conclusioni dall’arco senza mai trovare la via del canestro e la Viola ne approfitta per controllare agevolmente il finale, salvo complicarsi la vita nell’ultimo minuto. Il giovane Agbogan mette la tripla del 65-59 sembrerebbe un match chiuso con i tiri liberi di Rossato per il 67-59 a 25 secondi dal termine ma Hassan realizza e sbaglia volutamente il libero supplementare, Hearst ne mette 2 dalla lunetta per il -4 a 9 secondi dalla fine, ma non c’è più tempo per la rimonta, Carenza sbaglia la tripla sulla sirena ma non sarebbe servita, se non per eventuale differenza punti negli scontri diretti. Reggio Calabria vince meritatamente una partita non bella ma giocata bene nei momenti essenziali, pur senza l’apporto di Chris Roberts. Rieti invece deve fare il mea culpa per una partita che poteva andare diversamente, purtroppo per gli ospiti la differenza a rimbalzo e un ultimo quarto davvero da dimenticare hanno fatto la differenza.

A fine partita Nunzi analizza il match: ”Nel primo quarto penalizzati dalle percentuali di tiro mentre nel secondo è scesa la qualità del gioco, mentre nel terzo quarto abbiamo trovato il canestro con più regolarità. Nell’ultimo quarto non ci siamo passati più la palla ed è stato tutto più difficile contro la loro difesa aggressiva. Abbiamo provato fino alla fine ma giocando male alcuni possessi, alla fine la differenza l’hanno fatta i tiri da tre, noi abbiamo sbagliato tiri aperti e loro li hanno messi. Bisogna ancora lavorare per conoscerci e capire dove dobbiamo andare nei momenti importanti della partita”.

Decisamente contrariato anche il Presidente Cattani a fine partita: “Il risultato di stasera è giusto, devo fare i complimenti ai nostri avversari, ma alcuni dei nostri giocatori non stanno dando quello che dovrebbero. Abbiamo giocato solo tre partite il campionato è lungo e bisogna invertire la rotta. Soffriamo sotto canestro, abbiamo tanti giocatori perimetrali e se non si fa canestro diventa dura, negli ultimi 8'35” abbiamo realizzato solo 5 punti e cosi non si può vincere. Cosi soffro io e soffre il pubblico, ma sono obbligato a vedere il bicchiere mezzo pieno e domenica con Treviglio ci sarà una partita assolutamente da vincere.”

Metextra Reggio Calabria - NPC Rieti 67-63 (13-17, 22-12, 16-25, 16-9)

Metextra Reggio Calabria: Andrew joseph Pacher 17, Lorenzo Caroti 15, Agustin Fabi 11, Riccardo Rossato 8, Allen Agbogan 6, Patrick Baldassarre 5, Marco Passera 3, Chris Roberts 2, Lorenzo Benvenuti 0, Celis Taflaj 0, Rocco Marino 0.

NPC Rieti : Zaid Hearst 25, Claudio Tommasini 12, Norman Hassan 11, Giovanni Carenza 6, Angelo Gigli 4, Nicola Savoldelli 3, Chris Davenport 2, Juan marcos Casini 0, Alberto Conti 0, Riccardo Finizii 0, Mattia Melchiorri 0, Leonardo Marini 0 

 

OGNI MARTEDÌ SU SERIE A2 ITALIA

Reggio calabria, la Viola comunica il prolungamento contrattuale per Caroti.
Napoli, il presidente Ruggiero chiede l'intervento della Procura Federale contro i cori razzisti.