La Poderosa tiene per 30 minuti, poi è un assolo di Trieste.

13.05.2018 20:05

Trieste fa suo il primo dei tre match necessari per l'accesso in semifinale superando una Poderosa Montegranaro che impatta alla grandissima sul match, marchigiani avanti anche di 14, per poi crollare nell'ultima frazione sotto i colpi dei biancorossi che piazzano un parziale di 33-7 che avrebbe abbattuto anche il più grosso dei bisonti. Grandissima prova dei due USA giuliani, con Javonte Green (MVP del match) che scrive 29 punti e Lawrence Bowers che ne mette a segno 24. La squadra di coach Dalmasson, nonostante, come detto, un impatto tutt'altro che positivo con gara 1, è stata capace di rientrare quasi subito, trovandosi sul -7 alla prima sirena (20-27) e con un solo possesso di svantaggio mentre si rientrava negli spogliatoi per l'intervallo lungo (35-33). A tenere a galla i padroni di casa nella prima metà della contesa è stato Daniele Cavaliero (16 unti alla fine per lui con il 100% da 2 ed il 75% da oltre l'arco) mentre l'energia di Bobo Prandin è stata fondamentale per dare il la al primo vantaggio giuliano con due incredibili palle rubate prontamente capitalizzate dall'altra parte del campo. Coach Ceccarelli può essere contento dell'impatto incredibile della sua squadra e di come i suoi ragazzi hanno tenuto in un ambiente non propriamente semplice come l'Alma Arena. Per il resto la differenza di organico, soprattutto dal punto di vista della profondità della panchina, ha avuto il suo peso e rischia di essere l'ago che può far pendere la bilancia a favore di Da Ros e soci. Tra due giorni si torna in campo per il secondo atto della serie, Trieste proverà a preparare le valigie forte di un 2-0, Montegranaro sogna di tornare nelle Marche con la sfida in parità.

Playoff 2018, i risultati di domenica 20 maggio.
Gli Sharks soffrono ma portano a casa il primo punto contro Napoli.