GIRONE OVEST

Rieti la spunta nel finale e si porta a casa due punti pesantissimi.

Basabe sbaglia entrambi i liberi, Savoldelli mette la tripla allo scadere.

11.12.2017 14:04

 

a cura di Gaetano Laghetti

Una partita di vitale importanza quella che va in scena al PalaBarbuto di Napoli, due squadre a caccia di un successo per corroborare una classifica asfittica con 2 punti preziosi in chiave salvezza. Alla fine la vittoria, e la buona sorte, arridono alla NPC Rieti che supera il Cuore Napoli Basket con il punteggio di 77-79 e un canestro a fil di sirena di un fantastico Nicola Savoldelli.

Ma partiamo dall’inizio, cioè dagli ultimi 30” di un emozionante finale non adatto a deboli di cuore o a chi ha sbalzi di pressione. Hearst dalla lunetta (totalmente negativa la prova della guardia americana di Rieti) realizza 2 liberi che mandano la NPC in vantaggio 74-76, poi lo stesso Hearst commette fallo su Carter che va in lunetta, solo 1/2 per l’americano di Napoli e Rieti è ancora avanti con la palla in mano a Hearst che forse, indeciso tra l’isolamento a pochi secondi dal termine o servire un compagno, serve il pallone direttamente tra le mani di Sorrentino che prova a involarsi ma arriva subito il fallo. Gennaro Sorrentino è glaciale dalla lunetta e Napoli passa avanti 77-76 a 15’ dal termine. Palla ancora a Rieti per l’ultima decisiva azione, forse. Hassan (finalmente una buona prestazione) prova a penetrare in modo un po’ goffo e viene fermato da Basabe, istantaneo fallo di Conti che manda in lunetta il lungo americano con meno di 7” dalla fine. Ci vorrebbe un miracolo per Rieti, anzi ce ne vorrebbero 2, il primo lo compie Basabe che fa 0/2 poi, come detto, ci pensa Nick Savoldelli che ricevuto il pallone attraversa il campo e scocca il suo dardo avvelenato (GUARDA IL VIDEO) che centra il cuore di giocatori e tifosi napoletani pochi attimi prima che suoni la sirena finale, mandando in visibilio la squadra reatina, in primis un irrefrenabile Presidente Cattani, la trentina di coraggiosi tifosi arrivati a Napoli e i tantissimi tifosi collegati da Rieti con radio pc e tv. Una vittoria di fondamentale importanza per la NPC Rieti, che non attraversava un momento felicissimo di condizione psicofisica dopo le due sconfitte casalinghe, mentre Napoli non è riuscita a dar seguito alla brillante prestazione di domenica scorsa contro Cagliari, pagando pesantemente dazio alla scarsa percentuale nei tiri dalla lunga distanza. Il nuovo tandem Russo/Troiano in panchina per Napoli schiera un quintetto con Mascolo Carter Nikolic Mastroianni e Basabe, Alessandro Rossi deve fare a meno anche di Tommasini, oltre che di Marini, e schiera in quintetto Savoldelli Casini Hearst Olasewere e Gigli.

La partenza del match è equilibrato con Rieti che trova buone conclusioni dall’arco con Savoldelli e Olasewere, mentre Napoli risponde con un ispirato Basabe che firma 8 punti dei 10 con cui Napoli è in vantaggio 10-8 dopo pochi minuti di gioco. Gigli con 4 punti consecutivi rimette la sua squadra in vantaggio, ma la partita è combattuta. Rieti è più precisa al tiro ma ha amnesie difensive che lasciano facili canestri da sotto agli avversari. Sale in cattedra Savoldelli (5 punti consecutivi) e la NPC vola al primo break di giornata sul 14-22. Un segnale che il ragazzo sta rispondendo bene al suo ruolo da titolare, ma Napoli risponde con un grande Basabe che realizza poi serve l’assist per la schiacciata di Carter che manda le squadre al primo riposo con gli ospiti in vantaggio 20-22.

Il secondo quarto ha una partenza di marca reatina, Casini dall’arco e un ispirato Olasewere firmano il parziale di 7-0 che mandano gli ospiti in vantaggio 20-29. Napoli prova a rispondere con Sorrentino ma Rieti è chirurgica dall’arco dei 6,75 e colpisce ancora con Carenza e Hassan per il massimo vantaggio Rieti 25-35. La partita procede a strappi, Napoli sbaglia molto da fuori ma trova canestri in transizione, Rieti invece è più precisa dall’arco dei 6,75 e si iscrive a referto anche Conti per il 27-38 a metà secondo quarto. Da questo punto in poi inizia un autentico calvario per la squadra reatina, che non riesce più a trovare la via del canestro a parte due liberi di Gigli che a 3’ dal termine portano Rieti sul 31-40. Il Cuore Napoli pian piano ricuce il gap grazie soprattutto a Nikolic che realizza 7 punti consecutivi e si va al riposo lungo con gli ospiti ancora in vantaggio, ma di 1 solo punto 39-40.

Il riposo sembra giovare più ai padroni di casa mentre gli ospiti non riescono a ritrovare il bandolo della matassa incredibilmente smarrito al 17’. Sorrentino e Carter sono artefici del sorpasso Napoli 43-40. Dopo 2 minuti di gioco, Hearst trova il suo primo canestro della partita ma è una goccia nell’oceano, sono sempre Carter e Sorrentino i trascinatori della riscossa azzurra, i loro canestri propiziano il massimo vantaggio dei padroni di casa siglato da Vangelov sottomisura sul 54-44 a 3’ dal termine del terzo quarto. Per Rieti un incredibile parziale negativo di 26-5 in 10 minuti, e non è la prima volta che succede. Time out obbligato per Rossi e la sua squadra ne esce bene segnando 6 punti e tornando in partita sul 54-50 allo scoccare dell’ultimo giro di lancette. Rieti sempre più vicina sul -2 grazie a Olasewere e Conti, due liberi di Carter portano Napoli a chiudere la terza frazione in vantaggio 58-54, ma la partita ha ancora tanto da scrivere.

L’ultimo quarto è decisamente intenso, tanti errori ma anche tanta energia su entrambi i fronti, un coraggioso Conti risponde a Carter per il -1 Rieti che sfrutta bene le sue armi dalla panchina, come Carenza che piedi a terra è letale e mette la tripla del sorpasso al 33’ sul 62-64. Si ribatte colpo su colpo, Basabe e Carter, che finalmente per i suoi, trova il canestro dall’arco fanno rimettere il naso avanti ai partenopei ma è sempre Carenza a metterci una pezza completando un gioco da 3 punti. Anche Hassan mette il suo mattoncino e la tripla di Hearst (la prima della sua partita) a 2’30” dal termine sembrerebbe mettere una bella ipoteca sul successo reatino che vola sul 67-72. Non è cosi, a Napoli basta meno di 1 minuto per mettere un parziale di 7-0 che li riporta avanti sul 74-72 ci pensa Hassan dalla lunetta (miglior partita dell’anno della guardia ex Imola e Rimini) per rimettere la situazione in parità all’ultimo giro di lancette, per arrivare poi al finale già descritto inizialmente.

Una vittoria importantissima per Rieti, dovuta principalmente alle intuizioni di Rossi che,anche a causa dei problemi fisici di Tommasini, ha lasciato molto spazio a Savoldelli e Conti risultati decisivi confermando la bella prestazione di domenica scorsa contro Casale. Capitolo americani in chiaroscuro: Olasewere dominante in attacco nel primo tempo da 17 punti, ma poi calato nel finale e limitato dai falli. Diverso invece il discorso per Hearst, a sua discolpa l’aver dovuto portar spesso palla per l’assenza del play titolare, ma una partita totalmente negativa macchiata dal gravissimo errore a 15” dalla fine che sarebbe potuto costar caro ai ragazzi di coach Rossi, che si sono avvalsi anche di una buona prestazione di Hassan e Carenza. Napoli invece punita oltremisura dai suoi tanti errori, a parte lo 0/2 finale di Basabe, un pesante 4/23 dalla lunga distanza che ha compromesso il risultato per i partenopei.

GUARDA LA SALA STAMPA DEI DUE ALLENATORI

Cuore Napoli Basket-NPC Rieti 77-79 (20-22; 39-40; 58-54)

Cuore Napoli Basket: Sorrentino 15, Basabe 17, Carter 21, Fioravanti, Mastroianni 5, Zollo ne, Mascolo 3, Vangelov 4, Ronconi ne, Maggio, Nikolic 12. Coach Russo

NPC Rieti: Melchiorri ne, Tommasini ne, Hearst 7, Savoldelli 11, Casini 3, Olasewere 22, Conti 8, Gigli 6, Marini ne, Carenza 9, Hassan 13. Coach Rossi

La Effe si aggiudica il derby contro Forlì e torna al successo.
Udine, l'APU annuncia la firma di Andrea La Torre.