Ferrara, il Kleb riparte da Hall, Fantoni e tante scommesse.

Il titolo della stagione è Hall contro tutti.

16.09.2018 10:49

a cura di Alessio Scandola

Il Roster

 

Nome

Anno

Ruolo

Squadra precedente

Statistiche per partita

Alessandro Panni

1991

Playmaker

Confermato

5.5 pt, 36% da 3, 1.7 ass

Isaiah Swann

1985

Guardia/Playmaker

Treviso (A2 Est)

11.7 pt, 2.7 ass, 37% da 3

Lorenzo De Zardo

1999

Guardia/Ala Piccola

Treviso (A2 Est, Under)

2.5 pt, 1.2 rim

Mike Hall

1984

Ala Grande

Confermato

16.1 pt, 9.3 rim, 4 ass

Tommaso Fantoni

1985

Centro

Confermato

11.8 pt, 5.6 rim

Federico Zampini

1999

Playmaker

Roseto (A2 Est, Under)

2.1 pt, 0.7 ass

Lorenzo Molinaro

1992

Centro

Confermato

6.7 pt, 3.3 rim

Cesare Barbon

1998

Ala Piccola

Pistoia (Serie A, Under)

0.4 pt, 0.2 ass

Mirko Carella

1998

Ala

Confermato (Under)

0.9 pt, 0.2 rim

Andrea Mazzoleni

1998

Ala Piccola

Desio (Serie B gir. B)

6.1 pt, 4.6 rim

Ruben Calò

1998

Playmaker

Lecco (Serie B gir. B)

1.2 pt, 0.4 ass

 

Coach: Andrea Bonacina (Confermato),

Vice: Ugo Bartolini.

Lo Scorso Anno

Il Kleb, dopo un inizio altalenante con l’avvicendamento in panchina di Martelossi, concluse al settimo posto la stagione regolare. Dopo lo scalpo di Scafati, la corsa degli estensi si interruppe ai quarti contro Treviso.

Il commento

Il titolo della stagione è Hall contro tutti. La riconferma dell’MVP è di gran lunga la nota positiva per i ferraresi, oltre a quella di Fantoni, neocapitano dopo l’addio di Cortese. Le altre conferme sono state quelle di Molinaro e di Panni, quest’ultimo promosso a play titolare. Tante difficoltà poi per la truppa di coach Bonacina, con l’americano Pressey che è già stato scartato per firmare Swann, in uscita da Treviso. Dal Veneto poi arriva De Zardo, il più promettente di una serie di giovani giocatori su cui il Kleb farà affidamento per una stagione che si preannuncia ricca di sacrifici.

Top e Flop

Il TOP è Mike Hall, il giocatore che è ormai da anni il più talentuoso del nostro campionato, a dispetto di qualche anno di troppo sulla carta d’identità. Il FLOP è il budget, che è uno dei più scarsi dell’intera serie; il DS Pasi ha dovuto cercare molti Under a cui dare la prima grossa opportunità della carriera, se riusciranno a stupire avrà fatto bingo.

La previsione

Come già detto, Ferrara quest’anno devrà lottare sempre con il coltello fra i denti per tutti i 40 minuti di tutte le 30 partite nella strada verso l'obiettivo della salvezza.

Voto: 5

Udine, il quarto posto della stagione scorsa può essere migliorato.
UCC Assigeco Piacenza, obiettivo salvezza con il talento di coach Ceccarelli.