GIRONE EST

Mancio allo scadere! La Effe aggancia Trieste al primo posto.

La Fortitudo prima domina e poi soffre ma alla fine trova il canestro decisivo del capitano.

11.11.2017 10:25

 

a cura di Lorenzo Giglio

Nell’anticipo della 7° giornata, va in scena il derby tra i padroni di casa (in trasferta al Pala Cattani di Faenza) dell’Andrea Costa Imola, che ospitano la Fortitudo Bologna. Due squadre con obiettivi diversi, che arrivano da due vittorie nel turno precedente in cui hanno battuto rispettivamente Orzinuovi e Verona. Coach Demis Cavina, spiazza un po' tutti, schierando a sopresa Gasparin dal primo minuto, al posto di David Bell. Imola scende in campo quindi con il quintetto composto da Penna, Gasparin, Alviti, Wilson e Maggioli. Boniciolli risponde con Mccamey, Legion, Amici, Mancinelli e Pini.

Il primo quarto vede entrambe le squadre giocare una buona pallacanestro. Sia Imola che la Fortitudo infatti riescono a mettere a segno buone soluzione offensive. L’Andrea Costa, che sulla carta è data come sfavorita, dimostra di potersela giocare tranquillamente contro una Fortitudo con ben altre ambizioni e obiettivi. A metà del quarto il punteggio è di 11 a 10. La Fortitudo perde qualche pallone di troppo, ma riesce comunque a trovare la via del canestro con regolarità. Il primo quarto si conclude in equilibrio, con l’Andrea Costa che comanda di una sola lunghezza sul punteggio di 20 a 19. Secondo quarto che si apre come si era conclusa la prima frazione, con canestri da entrambe le parti, 26 a 27 è il punteggio quando mancano ancora 6 primi da giocare. Con il passare dei minuti la Fortitudo riesce a piazzare un paio di break, che permettono agli ospiti di allungare sulla squadra romagnola. Le squadre vanno negli spogliatoi sul punteggio di 37 a 44.

L’inizio della terza frazione di gioco vede subito un botta e risposta di canestri, Alviti prima, Legion da tre poi. Per Imola si accende Gasparin che con due triple nel giro di poche azioni riaccorcia le distanze (44 a 48 dopo 3 minuti). La squadra di Coach Boniciolli sembra però più decisa a portare a casa i due punti. Nella seconda parte della frazione infatti la Fortitudo trova il massimo vantaggio sul 44 a 55, e poi sul 46 a 61. Brutte notizie per Imola, che oltre a faticare molto, perde Prato uscito per falli. Il gap tra le due squadre si riduce allo scadere del tempo, con il mini break firmato da Alviti (canestro e fallo) e Penna. Passati 30’ il tabellone dice 58 a 66. Ultima frazione di gioco, la Fortitudo è ancora in controllo ma l’Andrea Costa da ancora segni di vita. Gasparin, uno dei migliori per Imola, trova la terza tripla di serata. Il -6 riaccende le speranze di una rimonta. Gli ultimi minuti dell’incontro sono da cardiopalma. Con 2 minuti e 30 rimanenti, i padroni di casa trovano i punti del -4. Ora si gioca in una bolgia; rimessa per la Fortitudo che perde palla. Alviti va in lunetta e piazza il 2/2 che vale il 70 a 72. Ora gli ospiti sono in crisi, altro errore e fallo in attacco, con Imola che torna il lunetta, questa volta con Maggioli. 2/2, parità sul 72 a 72 quando mancano meno di 2 minuti. E’ bravo Mancinelli a guadagnarsi il fallo che lo manda in lunetta, 1/2. Palla in mano per Imola che sbaglia da 3 con Bell, ma è bravo Gasparin a recuperare il rimbalzo offensivo. Bell subisce fallo, va in lunetta, 2/2 e vantaggio per i padroni di casa. Altra sanguinosa palla persa della Fortitudo, con Legion che vede fischiarsi un antisportivo. Due tiri liberi per Penna, 1/2 e palla in mano all’Andrea Costa. 3 errori dalla lunga distanza (Gasparin, Mccamey e Bell) portano all’ultimo possesso della partita, quando mancano circa 10/12 secondi. Mccamey porta giù palla con un po' di confusione, la raccoglie Legion che marcato è costretto a scaricare per Mancinelli, che con una finta elude la difesa, e si alza per il tiro da 3 della vittoria. Finsce 75 a 76 per la Fortitudo Bologna.

GUARDA IL CANESTRO DECISIVO DI MANCINELLI ALLO SCADERE

GUARDA LA SALA STAMPA DI COACH BONICIOLLI

GUARDA LA SALA STAMPA DI COACH CAVINA

TABELLINI

IMOLA: Maggioli 8, Prato 8, Bell 19, Gasparin 8, Alviti 11, Penna 8, Wiltshire ne, Rossi ne, Wilson 13, Simioni. All. Cavina

BOLOGNA: Cinciarini 20, Mancinelli 15, Montanari ne, Bryan, Amici 7, Italiano 2, Mccamey 9, Legion 16, Pederzoli ne, Gandini, Pini 7, Boniciolli ne. All. Boniciolli

@LorenzoGiglio94

 

IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO SUL CAMPIONATO

OGNI GIOVEDÌ SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE

ISCRIVITI QUI

I risultati e le classifiche dopo la 7^ giornata.
Gli Sharks a Bergamo altro scontro diretto per la salvezza.