Bergamo è pronta: D’Orta nuovo GM e Dell’Agnello nuovo head coach.

05.07.2018 08:34

a cura di Daniele Ronzoni

Dopo la partenza del General Manager Ferencz Bartocci (direzione FIAT Torino in Serie A1) e la scadenza del contratto col capo allenatore Giancarlo Sacco, in casa Bergamo Basket c’erano due importanti poltrone rimaste senza proprietari. La conferenza stampa tenutasi mercoledì 4 luglio presso la sede di S.A.I. Comunicare – azienda leader nel settore delle telecomunicazioni e dell’ICT nonché partner dei gialloneri anche per la stagione 2018-2019 – è stata l’occasione per presentare le due nuovi figure inserite all’interno dell’organigramma societario: si tratta del nuovo GM Valeriano D’Orta (già presentato attraverso comunicato stampa) e del nuovo head coach Sandro Dell’Agnello.

La conferenza è stata aperta come di consueto dalle parole del presidente della BB14 Massimo Lentsch, che ha dichiarato: «Questo è un passo importante per la BB14 poiché presentiamo ufficialmente in conferenza Valeriano D’Orta, anche se non ha bisogno di grandi presentazioni: il nuovo GM ci seguirà a tutto tondo ed è proprio ciò di cui la Bergamo Basket ha bisogno. Inoltre, presentiamo ufficialmente anche Sandro Dell’Agnello: è un allenatore di grande prestigio e siamo molto contenti di essere riusciti a portarlo a Bergamo. Entrambi rappresentano un salto di qualità per noi; è chiaro che l’obiettivo sarà la salvezza, ma vogliamo anche guardare più lontano e puntare ad obiettivi importanti».

Parola poi a Valeriano D’Orta, che si è presentato alla stampa dicendo: «Per me è un onore e un piacere essere entrato a far parte di questo gruppo. Quando sono uscito dall’ufficio del presidente dopo il nostro primo colloquio, sentivo di aver conosciuto meglio una persona con cui sapevo che avrei lavorato bene e il fatto che mi abbia poi richiamato è stato un attestato di reciproca stima. È vero che Bergamo ha impiegato del tempo per mettersi in pista ma ciò testimonia il fatto che la società ha un progetto chiaro e che pensa prima di agire, sintomo di una realtà che vuole diventare importante in A2. Siamo certamente lunghi con i tempi, ma i giocatori ci sono e cercheremo di mettere insieme la miglior formazione possibile che abbia la miglior chimica possibile in modo tale da raggiungere il miglior risultato possibile».

Prima della firma sul contratto, anche Sandro Dell’Agnello ha speso due parole in merito al suo arrivo a Bergamo: «Sono molto motivato. Mi fa piacere essere qui per un paio di ragioni, ma la principale è una: qualche mese fa, guardando ai giornali, leggevo che c’erano dei dubbi da parte del presidente riguardo il futuro della BB14. In quel momento ho pensato che mi sarebbe piaciuto lavorare in questa situazione, e ora ci sono dentro. Siamo qui per consolidare l’oggi e non possiamo fare a meno di pensare alla slavezza, ma dobbiamo anche progettare il futuro. La prima cosa che c’è da fare è mettere sotto contratto i 7/8 italiani necessari, poiché il mercato deli italiani è contingentato; poi penseremo agli stranieri».

Dopo la firma di Laganà a Ravenna, dopo l’escape che verrà esercitato con Cazzolato, dopo la partenza del duo Ferri-Bozzetto con destinazione Legnano (dove ci sarà Sacco ad aspettarli) e dopo l’annuncio di Hollis alla Leonis Roma, degli “eroi” della scorsa stagione rimangono solo Luigi Sergio e Giovani Fattori. Al riguardo, la società ha affermato di aver manifestato interesse per la permanenza di entrambi e ora sta valutando le possibilità di trovare un accordo sia con l’ala toscana classe ’85 che con l’ala campana classe ’88.

Valentini prolunga con la Junior Casale.
Trevis Simpson all'APU GSA Udine.