GIRONE EST

Prestazione difensiva imbarazzante degli Sharks, Imola espugna il PalaMaggetti.

Per Matt Carlino 22 punti in 31 minuti all'esordio.

19.11.2017 21:24

 

a cura di Leonardo Mariano

Mani sui fianchi e testa bassa per coach Di Paolantonio che vede la sua squadra affondare sotto i colpi di un’Imola che ha avuto vita fin troppo facile oggi al PalaMaggetti, ormai diventato terra di conquista, col punteggio finale di 75-103 per Imola. Senza difendere non si vince a nessun livello, a nessun gioco. La prestazione di Roseto nella propria metà campo è stata imbarazzante, con i romagnoli che hanno surclassato il canestro avversario a suon di triple, 18/29 il totale, con 6 giocatori in doppia cifra e Penna a quota 9.

Nulla da salvare per Roseto, se non l’esordio di Matt Carlino (22 punti in 31 minuti), che ha provato più volte a caricarsi la squadra sulle spalle ma predicando, purtroppo, nel deserto. Il problema più grande di Roseto, al di là di tutta una serie di lacune, è quello difensivo perché nessuno è in grado, come capitato anche nelle precedenti sconfitte, di mantenere un 1 vs 1, con la conseguenza di lasciare liberi i giocatori avversari sui successivi scarichi che tirano con metri a disposizione. A questo livello non si può battezzare nessuno ed Imola oggi ha fatto vedere, per l’ennesima volta, il motivo.

Inoltre, senza l’apporto della calorosa Curva Nord (in protesta per dei provvedimenti Daspo che hanno colpito alcuni componenti del tifo organizzato, prima della gara contro Forlì), il palazzetto di Roseto risulta freddo e ciò non aiuta minimamente la squadra ad avere quell’aggressività e ferocia, che già di per sé è molto debole. Roseto perde una partita fondamentale per la salvezza e ora giocatori, staff e società dovranno guardarsi negli occhi per trovare la chiave di volta nella speranza di uscire da queste difficoltà.

Dall’altra parte, Imola ha nettamente meritato la vittoria, conducendo dall’inizio alla fine, giocando sempre sul velluto e non sbagliando mai le scelte in attacco, con Maggioli sopraffino metronomo. La squadra di coach Cavina si issa così a 6 punti in classifica e mette un bel margine tra loro e gli abruzzesi. Alla fine cantano, giustamente, i tifosi arrivati da Imola.

TABELLINI

Roseto Sharks: Carlino 22, Casagrande 10, Contento 7, Zampini, Lusvarghi, Infante 13, Ogide 14, D’Eustachio 3, Lupusor 9, Alessandrini ne, Marulli, Di Bonaventura.

Andrea Costa Imola: Maggioli 16, Prato 11, Bell 17, Gasparin 18, Alviti 16, Penna 9, Rossi, Wilson 14, Simioni 2, Cai.

Girone Est, i risultati dopo l'8^ giornata.
La classifica del girone Est dopo l'8^ giornata.