GIRONE EST

Roseto cala il poker! Gli Sharks passano anche a Jesi.

14.02.2019 08:40

a cura di Leonardo Mariano

Nel posticipo della 21^ giornata di Serie A2, Roseto cala il poker di vittorie consecutive ai danni della Termoforgia Jesi, sconfitta in casa per 93-106, al termine di una partita tiratissima, molto fallosa e decisa solamente nei minuti finali, portandosi altresì 2-0 negli scontri diretti.

Occasione sprecata di muovere la classifica per gli uomini di coach Cagnazzo, che restano così terzultimi a quota 14 punti, insieme a Cagliari, Bakery Piacenza e Ferrara. La compagine jesina ha dato tutto, restando sempre a contatto con gli ospiti, reagendo anche a uno svantaggio di 12 punti accumulato nel secondo quarto di gioco, a dimostrazione che la squadra rimane concentrata e segue i dettami del proprio staff. Probabilmente i padroni di casa non hanno avuto il killer instinct, quando a 4 minuti dal termine del match si sono trovati a +2, dopo aver sempre inseguito, e con tutta l’inerzia dalla loro parte, subendo un contro-break devastante da parte degli Sharks, che non hanno mollato più la presa fino a fine gara. Coach Cagnazzo poteva avere sicuramente di più dal duo americano, che tranne per qualche folata, è stato ben controllato dalla difesa abruzzese. Ottime comunque le prove di Mascolo, autore di 25 punti e Baldasso, che con le proprie triple ha tenuto sempre in galla i suoi.

Vince meritatamente Roseto che, seppur con qualche patema d’animo in qualche occasione, ha comandato la partita dall’inizio alla fine. Bravi i ragazzi di coach D’Arcangeli che nei momenti di sofferenza hanno sempre trovato la risorsa giusta per cacciare indietro la Termoforgia. Risorse come Rodriguez, autore di una fantastica prova nel primo tempo (19 punti alla sirena dell’intervallo), che ha lasciato il testimone nel secondo tempo a Sherrod e Person, bravi nel prendersi le responsabilità, il tutto con l’aiuto del collante Pierich, che con le sue giocate d’esperienza ha indicato agli squali la via da seguire, specialmente nell’allungo decisivo nel finale di gara, con un 0-11 di parziale, innescato dall’opportuno timeout di coach D’Arcangeli e dal capitano, che ha tagliato le gambe a Jesi. Con questa vittoria la Cimorosi Roseto tocca quota 20 punti in classifica, piazzandosi all’8° posto, in piena corsa playoff.

JESI 93 ROSETO 106

Parziali: 25-24; 49-50 (24-26); 72-76 (23-26); 93-106 (21-30).

JESI: Dillard 14, Maspero 13, Baldasso 14, Knowles 9, Rinaldi 12, Lovisotto, Mentonelli ne, Kouyate ne, Mascolo 25, Totè 6, Valentini, Santucci. All.: Cagnazzo

ROSETO: Person Jr. 25, Bayehe, Rodriguez 20, Ianelli ne, Penè ne, Cocciaretto ne, Eboua 9, Sherrod 23, Akele 13, Panopio, Pierich 16, Nikolic. All.: D’Arcangeli

Jesi - Tiri da 2: 14/27. Tiri da 3: 14/30. Tiri liberi: 23/24. Rimbalzi: 29 (21+8).

Roseto - Tiri da 2: 27/48. Tiri da 3: 9/23. Tiri liberi: 25/29. Rimbalzi: 35 (19+16).

MVP: Simone Pierich – Anche oggi molti avrebbero meritato la palma del “migliore in campo”, come Rodriguez, Sherrod, Person Jr. e Akele, tutti bravi ad aspettare il loro momento, senza egoismi. Scegliamo come MVP il capitano, il vero collante di questo gruppo che sembra, oggi, aver preso piena fiducia nei loro mezzi. Il numero 55, insieme a Person Jr., affossa Jesi nel finale grazie alle pesanti giocate che portano alla quarta vittoria consecutiva Roseto. HIGHLANDER

Photo Credits: Cusano Photo

I provvedimenti disciplinari dopo la 21^ giornata.
Verso Biella-Bergamo: i gialloneri voglio rialzarsi, i piemontesi cercano l’aggancio.