Poderosa strepitosa ma è Trieste a mettere il punto del 2-0.

15.05.2018 22:45

Si spengono sul tiro di Maspero allo scadere le speranze di Montegranaro di espugnare per prima l'Alma Arena nella stagione 2017-2018, a fare festa è ancora Trieste che, pur avendo seriamente rischiato di perdere il fattore campo, è riuscita a mettere a segno anche il secondo punto prima che la serie si trasferisca al PalaSavelli. Per gli uomini di coach Ceccarelli non possono che esserci applausi convinti, i marchigiani, nonostante un roster nettamente più corto degli avversari, sono riusciti a giocare alla parti di fronte ad una squadra pazzesca e su un parquet tutt'altro che semplice. La matematica però dice che i giuliani sono ad un solo successo dalla semifinale mentre per Rivali e compagni ci sarà da compiere un miracolo per ribaltare questo 0-2.

Eppure il match sembrava essere tutt'altro che equilibrato con i biancorossi che impattano su gara 2 con un 16-0 che avrebbe spezzato le gambe a chiunque ma non alla Poderosa che, dopo aver chiuso 21-8 la prima frazione, da il via ad una reazione pazzesca, innescata da un clamoroso Valerio Amoroso (26 punti) che ha letteralmente scosso i suoi verso un break di 26-13 che rimette i conti a posto (34-34) mentre le squadre rientrano negli spogliatoi. Montegranaro parte alla grande anche nel terzo quarto aggiornado i massimi vantaggi fino a toccare la doppia cifra e dando l'impressione di avere il pieno controllo sul gioco e sulla partita. Trieste sfrutta tutta la profondità del proprio roster per ricucire sul 52-57 quando mancano dieci minuti al termine. Gli ospiti provano a fuggire ancora tornando in vantaggio a due numeri, ma Green, fin qui non nello standard di prestazione a cui siamo abituati, riporta i suoi ad un solo possesso di svantaggio con uno paio di giocate di assoluto livello, mentre è di Mussini la tripla che permette a Trieste di mettere di nuovo il muso avati dopo un'eternità (78-77) e quando mancano appena 40" alla sirena finale. Campogrande trasforma in un assist un tiro sbagliato di Powell, Green si conferma infallibile a cronometro fermo e l'ultimo, decisivo, pallone termina nelle mani di Maspero che non riesce a centrare il bersaglio facendo esplodere l'Alma Arena in un boato liberatorio per il risultato finale di 80-79.

ALMA TRIESTE-XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO 80-79 (21-8, 13-26, 18-23, 28-22.)

TRIESTE: Fernandez 4, Green 17, Mussini 13, Schina ne, Deangeli ne, Janelidze 4, Prandin 2, Cavaliero 9, Da Ros 10, Bowers 15, Loschi, Cittadini 6. All.: Dalmasson.

MONTEGRANARO: Rivali, Campogrande 6, Maspero 2, Treier 2, Zucca ne, Corbett 16, Amoroso 26, Nikolic ne, Powell 25, Altavilla ne, Gueye 2. All.: Ceccarelli.

Risultati playoff 2018.
Treviso si aggiudica anche G2! La Dé Longhi ad un passo dalle semifinali.