GIRONE EST

Roseto batte Bergamo e lascia l'ultimo posto in classifica.

18.02.2018 21:36

a cura di Leonardo Mariano

Vince Roseto lo scontro salvezza contro Bergamo con il risultato finale di 94-85 nella 22^ giornata di Serie A2 e lascia l’ultimo posto in classifica. Partita divisa a metà tra le due squadre, con Bergamo che ha condotto i primi due quarti (42-49) e Roseto che ha avuto la meglio nelle frazioni dopo l’intervallo lungo. Un match in cui le due squadre hanno provato ad eseguire i propri giochi, cercando di prendere il sopravvento ma dove l’equilibrio ha regnato sovrano fino a pochi minuti dalla fine.

Equilibrio spezzato, in favore degli Sharks, dalla verve agonistica di Marco Contento, MVP della gara che con la sua imprevedibilità ha mostrato la strada del paradiso ai suoi compagni, che trascinati hanno dato il loro meglio, da Di Bonaventura perfetto da due punti a Marulli e Ogide veri cecchini, nonostante l’assenza di Lupusor uscito dopo 6 minuti dal campo di gioco e non più utilizzato. Bravo coach Di Paolantonio a tenere alta la concentrazione dei suoi nei momenti fondamentali, soprattutto quando Bergamo ha provato ad allungare le mani sulla partita e a bersagliare il canestro avversario nel terzo quarto.

Bergamo invece può recriminare di non essere riuscita a mantenere i nervi ben saldi, con Hollis che ha incarnato perfettamente questa percezione, sprecando molto come testimoniano le ben 7 palle perse, frutto di un’attenta difesa rosetana. Il match era comunque stato ben canalizzato da parte degli uomini di coach Ciocca, che aprendo il campo hanno trovato tiri ad alta percentuale realizzativa, con Sergio e l’ex Giovanni Fattori, applaudito dal suo vecchio pubblico.

Roseto crede nella salvezza, gli squali sono vivi.

TABELLINI

Roseto Sharks: Carlino 12, Casagrande 8, Contento 21, Zampini, Lusvarghi, Infante 4, Ogide 16, Lupusor 2, Alessandrini ne, Marulli 18, Di Bonaventura 13.

Bergamo Basket 2014: Solano 17, Ferri 3, Fattori 16, Mascherpa, Sergio 14, Crimeni ne, Hollis 18, Bedini ne, Sanna 7, Bozzetto 7, Cazzolato 3, Augeri ne.

Treviso infila la nona asfaltando una rimaneggiata Trieste.
Il presidente Pedone: "Non è accettabile un arbitraggio del genere."