GIRONE EST

Roseto supera Ferrara ed agguanta il sesto posto.

14.04.2019 21:45

a cura di Leonardo Mariano

Va in porto anche la 29^ giornata di Serie A2, con la Cimorosi Roseto che vince l’ultima gara interna della regular season, battendo il Basket KLEB Ferrara con il punteggio finale che indica 82-77 per i padroni di casa. Roseto raggiunge così il 6° posto in classifica, in coppia con Forlì.

Le preoccupazioni di una partita che poteva nascondere insidie per Roseto, visto l’accesso matematico ai playoff dopo la vittoria della settimana scorsa, e che avrebbe potuto rasserenare troppo gli animi dei giocatori biancazzurri, diventano realtà e dopo un avvio al fulmicotone di Roseto (10-0), gli Sharks cadono in catalessi. Swann e compagni ne approfittano, prendendo fiducia e facendo male alla difesa rosetana, troppo impacciata e lenta per essere vera.

La gara, tuttavia, viaggia sul filo dell’equilibro e gli estensi, con un fantastico Swann da 23 punti nel primo tempo, mettono il naso avanti (40-41) all’intervallo. Al rientro dagli spogliatoi la compagine abruzzese piazza un piccolo break di 5 punti, grazie anche al proprio pubblico, che risulta fondamentale ai fini della contesa. Nell’ultimo periodo gli errori, da parte di entrambe le squadre, la fanno da padrone e il match vive sui nervi dei minuti finali, con la trottola dei tiri liberi che sorride agli Sharks e che regala la vittoria a coach D’Arcangeli. Complimenti, dunque, a Roseto che timbra la W numero 10 in 14 partite nel girone di ritorno.

Di contro, ci sono i dovuti elogi alla formazione emiliana e a coach Leka, capace di dare una identità ben strutturata alla sua squadra, soprattutto oggi, date le assenze di Campbell, Fantoni, Ganeto e Panni. Le seconde linee più il faro Isaiah Swann (38 punti totali), giocano bene e impensieriscono più del dovuto Roseto. Solo il ferro, sul tiro scoccato dal pistolero americano per il pareggio negli istanti finali, piega il KLEB, che torna a casa a mani vuote ma con tanti omaggi per quanto fatto vedere in campo.

ROSETO 82 FERRARA 77

Parziali: 19-20; 40-41 (21-21); 63-58 (23-17); 82-77 (19-19).

ROSETO: Person Jr. 14, Bayehe 6, Rodriguez 11, Ianelli, Penè, Cocciaretto ne, Giordano, Eboua 8, Sherrod 11, Akele 14, Pierich 18, Nikolic ne. All.: D’Arcangeli

FERRARA: Ganeto, Swann 38, Molinaro 18, Liberati 6, Panni ne, Fantoni, Mazzoleni 7, Buffo 2, Calò, Mazzotti ne, Conti, Zampini 6. All.: Leka

Roseto - Tiri da 2: 18/39. Tiri da 3: 6/20. Tiri liberi: 28/32. Rimbalzi: 38 (27+11).

Ferrara - Tiri da 2: 13/21. Tiri da 3: 12/35. Tiri liberi: 15/18. Rimbalzi: 23 (22+1).

MVP: Simone Pierich – In una partita in cui Roseto sembra un po’ scarica mentalmente, il capitano è ancora una volta il collante giusto. Interprete sopraffino della pallacanestro, smazza assist e piazza canestri di pregevole fattura per i suoi giovani compagni, che pendono letteralmente dalle sue labbra e mani. MAESTRO

Photo Credits: Daniele Capone

 

Girone Ovest, i risultati e la classifica dopo la 29^ giornata.
La Virtus Roma non sbaglia il primo match point.