GIRONE OVEST

Tutto come da programma al PalaSojourner. La NPC supera con ventello Napoli.

26.03.2018 11:44

a cura di Gaetano Laghetti

La Zeus Energy Group Rieti bagna con un successo l’esordio casalingo con il nome dello sponsor sulle maglie battendo la retrocessa Napoli 86-64 e mantenendosi in piena corsa per la post season. Una partita non difficile, come ci si attendeva, quella contro la squadra di coach Bartocci, ma i ragazzi di coach Rossi hanno pensato bene di complicarsela con un finale di secondo quarto e un inizio di terzo non certamente all’altezza di una squadra che vuole puntare decisamente ai playoff. Un parziale di 7-22 per gli ospiti, che non ha fatto certamente piacere a nessuno a Rieti, ha riportato pienamente in partita Napoli in un match che sembrava morto e sepolto già dopo la prima frazione. Ma la squadra reatina, trascinata dal pubblico, ha saputo reagire piazzando le contromisure sui due americani di coach Bartocci, e il match si è incanalato nella direzione ovvia in cui doveva andare, a vantaggio della squadra di casa che aveva bisogno come il pane dei due punti, dopo le due sconfitte in trasferta. Il primo quarto, con dei sontuosi Olasewere e La Torre che guidavano il primo break dei padroni di casa sul 14-2, si chiude sul punteggio di 26-18 con Jamal Olasewere autore di 13 punti e Napoli che ha qualcosa di utile solo da Caruso e Mascolo. Rieti arriva fino al 35-18, poi il patatrac già descritto, con Elston Turner che entra in partita e diventa immarcabile realizzando anche canestri impossibili a fil di sirena dei 24”, mentre l’attacco di Rieti sbatte sulla zona napoletana. Si va al riposo lungo sul punteggio di 38-34.

Nel terzo quarto coach Rossi trova le contromisure giuste per limitare Turner, ma sale in cattedra Thomas. Rieti continua a soffrire la zona sbagliando tiri aperti da tre soprattutto con Casini e Hearst e Napoli arriva fino al 42-40. Qui ancora una volta sono gli americani di Rieti a suonare la sveglia, si rivede Olasewere e anche Hearst fa il suo rendendosi utile anche a rimbalzo. Il ritrovato predominio sotto i tabelloni e la ritrovata verve offensiva permette alla squadra reatina di riprendere il largo, chiudendo il terzo quarto sul 60- 53. Il controllo della partita sembra essere tornato in mano alla Zeus Energy Group che non molla più la presa con Napoli che cede man mano fino a sparire dal campo sotto i colpi di Carenza, cinque punti consecutivi, e soprattutto di Claudio Tommasini che, dopo una partita anonima e tabellino lindo e pinto, ne mette dieci consecutivi che mandano i titoli di coda su un match che Rieti doveva assolutamente vincere, forse con un po’ meno di sofferenza, ma i due punti erano vitali.

Da segnalare l’esordio in A2 della giovane promessa reatina Berrettoni, che ha anche provato a mettere un canestro, con esito negativo. Resta il risultato finale a favore della Zeus Energy Group Rieti 86-64, severo ma giusto, contro una Cuore Napoli che ci ha messo davvero il cuore, ma non è stato sufficiente, e ora resta attaccata allo spiraglio Reggio Calabria per potersi giocare la speranza playout, spiraglio a cui è interessata anche Rieti, che ora è 10° per classifica avulsa, ma ha tutte le chances intatte di giocarsi un posto nei playoff. La squadra ci crede, i tifosi più che mai, ora la parola spetta al campo e sabato sera sarà ancora PalaSojourner per una sfida dai sapori antichi che profuma ancora di A1, quella contro la Mens Sana Siena.

Zeus Energy Group Rieti: Tommasini 10; Hearst 15; Savoldelli 2; Casini 7; La Torre 8; Olasewere 21; Conti 9; Gigli 7; Marini 0; Carenza 7; Buccioni ; Berrettoni.

Cuore Napoli Basket: Mastroianni 6; Zollo; Mascolo 11; Vangelov 2; Ronconi 2; Gallo; Thomas 19; Caruso 8; Turner 16; Bordi.

Treviso batte Udine e ribalta a suo favore gli scontri diretti.
Le pagelle di Roseto-Mantova.