Il focus sulla 14^ giornata di Serie A2 Italia.

Stefano Blois ci presenta la prossima giornata di campionato.

27.12.2017 18:14

 

a cura di Stefano Blois

Vicinissimo al giro di boa, il campionato di A2 chiude il 2017 con il penultimo turno del girone d’andata e tante gare interessanti nel programma: analizziamole insieme!

BIG MATCH: IL MEGLIO DELLA GIORNATA

Impossibile non cominciare dal derby tra Udine (18) e Trieste (24): partita già non proprio banale di per sé, a maggior ragione se vede affrontarsi prima e seconda in classifica. Entrambe hanno immediatamente ripreso la marcia dopo gli stop di due settimane fa (per l’Alma è stato il primo in assoluto), ed affascinante sarà il confronto tra miglior attacco (quasi 85 a partita per gli uomini di Dalmasson) e difesa meno perforata: l’APU GSA ne concede meno di 71, con i giuliani a ruota (71.9). Gli uomini di Lardo hanno una grande occasione per blindare le Final Eight e lanciare un grande segnale di forza al campionato: Trieste ne ha già mandati parecchi, e con la prima trasferta sul campo di una delle prime quattro punta ad aumentare il gap già importante tra sé ed il resto del girone.

Ad Ovest il piatto forte di giornata va in scena al PalaBorsani di Legnano (14), teatro di un’insidiosa trasferta per la capolista Casale Monferrato (22). La vittoria nel derby con Biella, anche per l’autorità con cui è arrivata (25-7 nel primo quarto), ha restituito alla Junior fiducia oltre ad un piccolo tesoretto in classifica (+4 sulle seconde); altrettanto importante quella degli Knights su Siena, dopo oltre un mese senza vittorie per Raivio e compagni che nel complesso hanno finora raccolto un po’ meno di quanto seminato, ma con uno scalpo sulla Junior rientrerebbero di prepotenza nella corsa Final Eight.

ON FIRE: SPETTACOLO ASSICURATO

Restiamo nel girone Ovest per due veri e propri spareggi-Coppa Italia: il primo è quello tra Latina (14) e la lanciatissima Trapani (18), che ha esteso a quattro la sua striscia di vittorie consecutive. Ma la Benacquista versione mitragliatrice (92 punti segnati di media nelle ultime cinque), con una delle poche coppie straniere di impatto simile (e dal punto di vista realizzativo superiore) a quella di coach Ducarello, è ostacolo durissimo. Molto interessante anche la sfida di Cagliari (14): la Pasta Cellino in casa ha numeri da corazzata (6-1), ma Tortona (16) si esalta contro parquet ed avversarie di livello, e sbarcherà in Sardegna sulla scia di tre vittorie filate.

Ad Est, i recenti successi esterni hanno lanciato in orbita Mantova (16) e Verona (14). Gli Stings di coach Lamma, con una manita di vittorie consecutive, sono tornati in corsa per la rassegna di Jesi, ed allungare la serie contro Orzinuovi (6) significherebbe poi giocarsi tutto nell’ultima di andata al PalaDozza: quando si dice il destino … Le chances della Tezenis sono invece alimentate solo dall’aritmetica, ma la squadra di Dalmonte (tre successi di fila) sta gettando le basi per un’importante seconda parte di campionato: a maggior ragione con l’innesto di Poletti, che esordirà (da ex) nell’interessante sfida contro una Forlì (10) tornata finalmente a sorridere domenica scorsa.

WARNING: PUNTI PESANTI

Sempre più delicata la situazione di Treviso (10), che a quasi metà del percorso dista gli stessi punti (4) sia dalla zona playoff che da quella playout: il calendario offre alla De Longhi un ciclo di partite sulla carta abbordabili per risalire la china, ma in questo momento Brown e compagni non possono permettersi di sottovalutare chicchessia. Meno che mai una Roseto (4) ancora ultima da sola, ma in decisa crescita nelle ultime settimane. L’altra big con tanti punti interrogativi, al di là della classifica molto diversa, rimane la Fortitudo Bologna (20): le Final Eight vanno ancora conquistate, e la pur non brillantissima Piacenza (10) di quest’andata è avversario da prendere con le molle, sopratutto on the road.

Ad Ovest, la sconfitta contro i concittadini della Virtus ha gettato in un tunnel ancor più profondo l’Eurobasket Roma (8), che proverà a riemergerne cambiando volto al proprio organico (dentro Cesana e Pierich, fuori Poletti e Frassineti, quest'ultimo già fuori dalle rotazioni di coach Turchetto da qualche settimana per scelta tecnica). Ma c’è subito un altro derby da vincere, per non precipitare ulteriormente: e Rieti (12), forte di tre vittorie di fila, è una delle avversarie peggiori da affrontare in questo momento. Girone d’andata ampiamente sotto le attese anche per Siena (10) e la Virtus Roma (8) stessa, che pure ha ritrovato un pò; di smalto con gli ultimi due successi: estendere la serie anche in Toscana significherebbe vedere finalmente la luce.

@BloisStefano

 

GUARDA IL 2017 DELLE 32 SQUADRE: GIRONE EST - GIRONE OVEST

Girone Ovest, i risultati dopo la 14^ giornata.
Verso Treviso-Roseto, Pillastrini: "Più che all’avversaria dobbiamo pensare a noi."