GIRONE OVEST

Casale rimaneggiata, la Viola non si lascia scappare l'occasione e vola al quinto posto.

Manita di successi consecutivi per la squadra di coach Calvani.

28.01.2018 20:25

a cura di Antonio Mangiola

Missione compiuta per la Viola Reggio Calabria che, in un colpo solo, porta oltre 4.000 persone al PalaCalafiore, batte la capolista Junior Casale e vola al quinto posto ad ovest conquistando la quinta vittoria consecutiva in questa fase magica della stagione. Per la Novipiù ancora problemi di infermeria o di costante sfortuna. I piemontesi, partiti per Reggio calabria senza Brett Blizzard hanno dovuto fare a meno anche di Jamarr Sanders, assoluto top player del campionato. Ramondino ormai fa spallucce e cerca di adeguarsi alla sorte avversa, pensate che i rossoblù, fin qui, hanno giocato una sola partita (la 15^) con il roster al completo.

I padroni di casa partono fortissimo con un parziale di 10-2 che vede assoluto protagonista Agustin Fabi che, con i suoi 5 punti, è titolare della metà del fatturato neroarancio. La Junior prova a far valere i suoi centimetri sotto canestro ma è imprecisa al tiro e quando Tomassini e Marcius piazzano un mini parziale di 4-0 Calvani blocca subito tutto, richiama i suoi in panchina e prova a tappare subito la falla sul 13-8. La Viola perde un pò dell'energia con cui ha impattato con la gara, Casale ne approfitta e chiude dietro di 3 la prima frazione di gioco (17-14). Il secondo quarto parte con il bersaglio di Marcius che porta i suoi sul meno uno ma Roberts, tornato in campo dopo due settimane di stop per il problema alla caviglia, respinge indietro i piemontesi mettendo a segno una tripla. Rossato è meno efficace rispetto alle ultime uscite ed allora Calvani rimette in cambo il baby prodigio Lorenzo Caroti. Nei primi tre minuti gli attacchi si inceppano facendo fare un figurone alle difese. Il coach della MetExtra rimette in campo anche Fabi e Baldassarre ma è la Junior a completare la rimonta con il canestro di Denegri per il 22-22. Caroti mette cinque punti in fila allo scadere dei 24" ricambiando appieno la fiducia del suo allenatore. Le squadre tornano negli spogliatoi con i calabresi avanti sul 29-24.

Al rientro in campo dopo l'intervallo lungo, i reggini ripropongono la partenza sprint del primo quarto piazzando un 7-0 che vale il +12 (36-24) e costringe Ramondino al time out. Fabi segna il 39-26 che vale il sedicesimo punto per l'italo-argentino ed il più 13 per i neroarancio. La Viola tiene in attacco ma Pacher si macchia del terzo fallo personale e, mentre il titolare delle plance reggine va in panchina, sale in cattedra un Lorenzo Benvenuti sontuoso che non fa sentire affatto la mancanza dell'americano bianco dei neroarancio. La squadra di coach Calvani vola sul +15 (44-29) ma la Junior non molla di un centimetro e riapre il match piazzando un break di 9-0 che riporta i rossoblù a soli due possessi pieni di svantaggio dagli avversari. Un viaggio completo a metà di Roberts dalla lunetta ed un super canestro di Taflaj allo scadere della terza sirena, riportano i padroni di casa sul +9 (47-38) quando mancano soltanto dieci minuti al termine del match. L'ultima frazione si apre con il fallo tecnico a Calvani che, se da una parte regala un vantaggio nella partita a Tomassini e compagni, dall'altra mette ancora di più in partita il pubblico di casa e la squadra in canotta arancione. Si viaggia con un elastico che vede le due squadre distanti tra i due ed i tre possessi pieni di vantaggio fino ai 4 punti in fila di Patrick Baldassarre che riportano i suoi sul +10 (53-43). La Metextra tiene in difesa ed è chirurgica in attacco e quando Rossato si iscrive al club dei marcatori con una tripla, i nerarancio volano sul +13 prima (56-43) e sul massimo vantaggio di +15 (58-43) con capitan Fabi che capitalizza due punti a cronometro fermo. Il sigillo sul match lo mette AJ PAcher con un tiro da oltre l'arco che porta i suoi a sfiorare il ventello di vantaggio e ad incominciare ad assaporare la festa che da li a poco si celebrerà in campo. La Junior però resta sul match riuscendo, in pieno garbage time, a portare a casa una sconfitta più dignitosa nello scarto. Finisce 63-55.

Le assenze di Blizzard e Sanders sono senza dubbio un alibi di ferro per Ramondino ed i suoi che, al di la del risultato finale, hanno dimostrato carattere e fatto capire al pubblico di Reggio perchè, dalla prima giornata, sono in testa a questo girone. Per i reggini si aprono scenari incredibili quanto meritati visto il livello di intensità e passione che gli uomini di coach Calvani sono capaci di mettere in campo domenica dopo domenica.

GUARDA LA SALA STAMPA DI COACH RAMONDINO

GUARDA LA SALA STAMPA DI COACH CALVANI

METEXTRA REGGIO CALABRIA – NOVIPIU’ JUNIOR CASALE 63-55 (17-14, 12-10, 18-14, 16-17)

Novipiù Junior Casale: Ielmini, Denegri 4, Tomassini 13, Valentini 9, Martinoni 2, Severini 3, Cattapan ne, Bellan 9, Marcius 15, Sanders. All. Ramondino.
Metextra Reggio Calabria: Pacher 8, Taflaj 2, Caroti 7, Fabi 18, Baldassarre 4, Rossato 3, Carnovali, Agbogan, Benvenuti 10, Roberts 11. All. Calvani.

@MangiolaAntonio

 

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

Serie A2 Italia seguirà la tre giorni di Final Eight a Jesi.
Roseto, vittoria e differenza canestri ribaltata. Gli Sharks agganciano Bergamo.