GIRONE OVEST

Scafati, ko interno: il canestro allo scadere di Benvenuti regala la vittoria a Bergamo.

I gialloblù sono raggiunti e rimontati nell’ultimo quarto dagli orobici, che conquistano in trasferta due importanti punti.

08.10.2018 10:44

a cura di Daniele Ronzoni

È la Bergamo Basket a uscire coi due punti in tasca dal PalaMangano: l’esordio nel girone Ovest di A2 sorride ai gialloneri, che grazie ad un canestro di Benvenuti a fil di sirena completano la rimonta ai danni di una Scafati che per 35’ abbondanti è stata in vantaggio, non riuscendo però mai a piazzare l’allungo decisivo.

Il primo canestro è realizzato dai padroni di casa e porta la firma di Aaron Thomas, ma il match fatica a decollare: entrambe le squadre si studiano, poi è Scafati a tentare un allungo (9-3 al 5’) che, seppur timido, risulterà determinante nell’economia del match. Il primo quarto termina con un errore da dietro l’arco di Contento che, se realizzato, avrebbe permesso ai suoi di chiudere la prima frazione con la doppia cifra di vantaggio; i gialloblù devono invece “accontentarsi” del 18-11.

Il secondo quarto si apre in favore di Scafati, trascinata dal solito Thomas che permette ai suoi compagni di tenere sempre la testa avanti. Bergamo prova ad accorciare lo svantaggio con Sergio, Fattori (8 punti nei secondi 10’) e Roderick portandosi anche sul -3 a 1’ dalla fine (31-28), salvo poi andare all’intervallo lungo sul -5 col punteggio di 35-30 per Scafati.

Al rientro sul parquet è Bergamo a prendere in mano l’inerzia della partita: i gialloneri mostrano un furore agonistico che nei primi 20’ non si era visto e dopo 6.10’ di gioco il canestro di Zucca permette ai ragazzi di coach Dell’Agnello di pareggiare sul 42-42. Ammannato realizza e poi subisce fallo ma sbaglia il libero aggiuntivo, Taylor prima mette a segno il canestro del nuovo pareggio e poi commette infrazione di passi: alla fine sono Thomas e Ammannato a realizzare i due canestri che valgono il +4 gialloblù (48-44) con cui si chiude il terzo periodo.

L’ultimo quarto comincia male per Scafati: Thomas commette il suo quarto fallo personale e Bergamo in pochi minuti si porta sul -1 (50-49). Fattori firma il canestro del sorpasso ma Romeo realizza la tripla del rapido controsorpasso, prima che Benvenuti metta a segno due canestri di fila che portano Bergamo sul +2. In questo momento entra finalmente in partita anche Goodwin, che realizza il primo canestro della serata e consente a Scafati di pareggiare (55-55). Il neo capitano giallonero Sergio realizza la tripla del vantaggio, ma la schiacciata di Goodwin e l’1/2 ai liberi di Ammannato pareggiano nuovamente il match. È però lo stesso Ammannato a regalare la vittoria alla BB14 a 11 secondi dalla fine: il 12 gialloblù, infatti, si dimentica incredibilmente di Benvenuti che, servito in maniera ottimale da Roderick, a fil di sirena non sbaglia e realizza il canestro del 58-60 che vale la vittoria.

Givova Scafati 58 – 60 Bergamo Basket 2014 (18-11, 17-19; 13-14, 10-16)

SCAFATI: Tommasini* (11), Goodwin* (4 + 11r), Zaccaro (n.e.), Romeo (5), Contento (0), Ammannato* (7), Rossato* (6), Thomas* (17), Italiano (6), Esposito (n.e.), Sgobba (2).

BERGAMO: Casella (2), Roderick* (15 + 12r), Bedini (n.e.), Taylor* (8 + 5a), Fattori* (10), Zucca (2), Sergio* (7), Marelli (n.e.), Benvenuti* (11), Zugno (5).

Treviso vince 76-69 una partita complicata contro Ferrara.
Un sabato da Leonis! Roma affonda la Bertram.