GIRONE EST

Treviso regola Mantova dopo quindici minuti equilibrati.

18.02.2019 09:04

a cura di Francesco Cernetti

Dopo la sconfitta per mano di Verona,Treviso riprende la marcia verso il secondo posto attualmente occupato da Montegranaro battendo la Pompea Mantova con una grande prova difensiva.

I padroni di casa schierano Imbrò-Burnett-Alviti-Lombardi-Tessitori(presente a roster il nuovo arrivato Severini,mentre si dovrà aspettare la prossima setimana per l’esordio di David Logan),gli ospiti invece schierano Maspero-Veideman-Raspino-Ghersetti. E’ Davide Alviti ad aprire il match con una bomba al primo possesso,con Morse che inizia a banchettare nel pitturato trevigiano con una bel lay-up. Imbrò ferma una transizione mantovana con un antisportivo ma gli ospiti non ne approfittano,con Ghersetti che sbaglia entrambi i liberi a sua disposizione. Sul possesso successivo è una stoppata di Tessitori a iniziare un’azione terminata dalla seconda tripla consecutiva di Alviti. Mantova non molla e grazie all’intensità messa nella metà campo difensiva riesce a rimanere in partita,approfittando di uno straripante Morse nel primo periodo,molto efficace in attacco con 4/4 al tiro e 8 punti personali,nonostante qualche difficoltà nel duello tra lunghi con Amedeo Tessitori. Le squadre rientrano in campo sul 16-16,Treviso sembra iniziare col piede giusto il secondo periodo ma dopo i canestri di Burnett e Severini(primi punti con la casacca biancoblu per lui),gli ospiti trovano il 23-22 grazie a un floater di Veideman,prima dell’ennesima bomba di Alviti che cambia l’inerzia del match. Imbrò infatti prima segna dall’arco,poi offre un cioccolatino a Tessitori,e il 2/2 dalla lunetta di Burnett firma il +7 TVB. Ci pensano una bimane di Lombardi e una schiacciata in reverse da parte di Alviti a suggellare la fine del secondo quarto,concluso sul 36-27 per i padroni di casa.

Al rientro dagli spogliatoi Treviso allunga di nuovo con 8 punti consecutivi,frutto di un floater di Tessitori e di una tripla di Burnett e una di Imbrò,entrambe dovute a un’ottima circolazione di palla. Dopo un primo tempo negativo dalla lunetta(2/8 per Mantova),gli ospiti riescono a rimanere attaccati alla partita grazie alla conversione di tre “and-one”,chiudendo il terzo periodo sotto di 13 punti nonostante il netto calo di intensità della Pompea rispetto ai primi 20 minuti. Nel quarto quarto Treviso raggiunge addirittura il +20,prima che qualche leziosità di troppo e che qualche acuto di Visconti fissino il risultato sul 71-54.

Tessitori e Alviti combinano per un 47 di valutazione,con l’ala che mette a referto 16 punti frutto di una partita quasi perfetta al tiro(6/7 con 4/5 dall’arco),mentre il centro della De’ Longhi sfiora la doppia doppia con 17 punti e 9 rimbalzi. E’ da registrare invece un punto interrogativo sul futuro del capitano Antonutti,presente tra i 12 ma non entrato in campo,scelta etichettata come “tecnica” da coach Menetti in conferenza stampa. Per Mantova una buona prestazione per 15-20 minuti,prima di incorrere in un calo fisico,con gli ospiti molto bravi a non sprofondare nel punteggio come successo ad altre squadre nelle scorse partite giocate al Palaverde.

Roseto vende cara la pelle ma la Poderosa conquista la sua 11^ vittoria in fila.
I provvedimenti disciplinari dopo la 22^ giornata.