GIRONE OVEST

La NPC Rieti torna al successo ed aggancia il treno playoff.

22.01.2018 13:53

a cura di Gaetano Laghetti

Una NPC Rieti tutto cuore e carattere batte la Benacquista Latina e ribalta anche la differenza canestri. Finisce 87-76 per i padroni di casa che, nonostante una settimana di allenamenti molto complicata, sono riusciti a mettere in campo la cattiveria agonistica non vista in altre partite. Latina dal canto suo ha pagato le condizioni non perfette di alcuni giocatori, e le sontuose prestazioni dei suoi big man non sono bastate per portare a casa un successo che sarebbe stato preziosissimo in ottica playoff. E’ preziosissimo invece per i ragazzi di coach Rossi che si agganciano al trenino della post season e restano perfettamente in corsa per allungare la stagione, in attesa di un rinforzo dal mercato per sostituire Hassan partito per andare a giocare in B nel Venafro.

Rieti parte con la novità Conti in quintetto ed è positivo l’innesto del giovane reatino ma l’inizio non è promettente per i padroni di casa. Raymond inizia a bombardare la retina ospite che fatica a trovare le contromisure giuste. A segno anche Hairston per lo 0-5 iniziale e poi Laganà per il 2-7. Olasewere, in dubbio fino a pochi minuti dall’inizio, scuote i suoi con la tripla ma Raymond è davvero devastante (11 punti nel primo quarto) e gli ospiti volano sul 14-22 con la tripla proprio del corpulento ex Ferentino. La risposta di Rieti è affidata a Hearst ma soprattutto ad un sontuoso Angelo Gigli, che raccoglie due cioccolatini da Tommasini prima per completare un’azione da tre punti poi per inchiodare una bimane che manda in visibilio il pubblico e porta Rieti sul punteggio di 21-22 con cui si chiude il primo quarto.

Nel secondo quarto per Latina in campo Allodi per Hairston gravato di due falli. Proprio Allodi apre le marcature e Latina allunga grazie a Tavernelli. Rieti risponde con Olasewere che completa un’azione da tre punti, poi in transizione Savoldelli mette la tripla del primo vantaggio Rieti sul 27-26. Risponde da campione Raymond con una tabellata allo scadere dei 24” e la partita si mantiene in equilibrio con Latina che prova dei mini allunghi sempre rintuzzati dai padroni di casa guidati dall'MVP del match Gigli che mette il canestro del 32-34 e dalla lunetta realizza il libero supplementare. Il primo vero allungo reatino a 2’ dal termine grazie alla bomba di Tommasini per il 37-34, risponde dalla media distanza Laganà, ma è Hearst il fattore del primo quarto, un po’ confusionario e sprecone in attacco ma incisivo a rimbalzo, ben otto conquistati nel primo tempo. Tommasini firma il massimo vantaggio Rieti (41-37). Il canestro di Gigli manda le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 43-39 per una coriacea Rieti mentre Latina va un po’ a corrente alternata affidandosi agli spunti di Raymond mentre sembra un po’ sottotono e ben controllato Hairston. Rieti non precisissima in attacco ma sono i rimbalzi a fare la differenza, un fondamentale in cui i reatini hanno nettamente prevalso sugli avversari.

Il terzo quarto procede inizialmente a fasi alterne, una tripla di Tommasini prova a scuotere l'equilibrio portando Rieti al vantaggi 48-41. E’ un vantaggio meritato per la compagine amarantoceleste che prova ad alzare i toni e l’intensità in fase difensiva, soprattutto per il positivo lavoro delle seconde linee che, quando chiamate in causa, non fanno rimpiangere i titolari. Raymond torna a segnare, gli risponde Gigli e la NPC sembra in controllo del match ma c'è ancora tanto da giocare. A metà terzo quarto Gigli segna per il massimo vantaggio Rieti sul 53-45, risponde Hairston con una prepotente schiacciata ma poi rivolge qualche parolina all’arbitro prendendosi un inutile tecnico che è anche il suo quarto fallo. Un infuriato Gramenzi lo richiama in panchina, poi decide di rischiare e lo rimette in campo, ma Hairston non può difendere e Olasewere ne approfitta realizzando il canestro del 56-49. La partita è combattuta e intensa, Rieti comanda ma Latina non demorde. Hairston ha il suo miglior momento in attacco e va ancora a schiacciare per il 58-55, poi viene richiamato in panca negli ultimi 90” per non rischiare il quinto fallo. Ci pensa Casini a concretizzare un’azione da tre punti per il 63-57. Raymond accorcia dalla lunetta ma nei momenti importanti la palla va a Casini e il gaucho non sbaglia realizzando la tripla a fil di sirena che chiude il terzo quarto con la NPC avanti 66-59.

Ultimo quarto intenso e nervoso, gli arbitri fischiano molto, spesso a sproposito, e le due squadre hanno problemi di falli, Tommasini Savoldelli e Casini da una parte, Hairston Allodi Tavernelli e Saccaggi dall’altra. E’ di Carenza il primo squillo del quarto conclusivo. Palla rubata del lungo di origine pugliese e contropiede concluso a canestro. Raymond continua a tenere in partita i suoi ma gli risponde Hearst con un bel canestro in penetrazione. Va a segno anche il giovane Conti per il massimo vantaggio Rieti 72-61. La partita sembra indirizzata verso i padroni di casa, Tommasini realizza la tripla del 76-63 poi a segno anche Olasewere che impreziosisce la sua partita con una spettacolare stoppata. Adesso si comincia a ragionare anche in ottica di doppio confronto. A metà dell’ultimo quarto il successo di Rieti non sembra in discussione, anche Latina, ormai svuotata di energie, sembra guardare solo allo scarto finale, e Rieti la aiuta con alcuni errori pesanti: tiri liberi sbagliati e palle perse. A 4’ dal termine il punteggio è 79-63 per la NPC Rieti. Hairston e Raymond sono gli unici di sponda Latina a non mollare e confezionano un parzialino che li porta sul -11 a 90” dal termine. Entrambe le squadre sono in bonus, lasciano il campo per falli Casini e Saccaggi, la NPC litiga un po’ con la lunetta e Latina ne approfitta. A 50” dal termine Pastore mette la sua unica tripla, importantissima, per il -10. Olasewere sbaglia e, a 40” dal termine, Hairston realizza il canestro del -8 che salverebbe il doppio confronto per gli ospiti. Hearst però non ci sta e anche lui aspetta il momento più opportuno per realizzare il suo primo canestro dalla lunga distanza per il 87-76. Mancano 20” coach Rossi decide di difendere senza fare fallo, il tiro da tre di Pastore è sputato dal ferro, Hairston prende il rimbalzo e anche il suo tiro a fil di sirena non è fortunato. La NPC Rieti e i propri tifosi, sempre caldissimi anche se in minor numero rispetto alle ultime uscite, possono festeggiare il doppio successo, la partita e il ribaltamento dello scontro diretto.

Un match vinto con l’orgoglio il carattere e il netto predominio sotto i tabelloni, ma anche con il talento che non fa difetto in questa squadra. NPC che aggancia il treno delle ottave e fa capire che per un posto nei playoff c’è anche lei, e combatterà fino alla fine per l’obiettivo. Obiettivo per cui è in corsa anche Latina che ha pagato la rosa un po’ striminzita e le condizioni fisiche imperfette di giocatori importanti come Tavernelli e Saccaggi. Ma questo non inficia il successo più che meritato della NPC Rieti che ora guarda con fiducia al campionato e alla difficilissima trasferta di Biella, da giocare, forse, con un uomo in più.

Npc Rieti vs Benacquista Assicurazioni Latina Basket  87-76 (21-22, 43-39, 66-59)

Npc Rieti:  Conti 6, Tommasini 12, Hearst 20, Olasewere 18, Gigli 16, Santarelli n.e., Carenza 5, Marini n.e., Melchiorri n.e., Casini 7, Savoldelli 3, Berrettoni n.e..Coach Rossi. Vice Ruggieri.

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Hairston 18, Tavernelli 7, Laganà 4, Saccaggi 9, Allodi 4, Pastore 9, Di Ianni, Jovovic n.e., Ambrosin n.e., Raymond 25, Cavallo n.e.. Coach Gramenzi. Vice Di Manno.

Powell e Corbett ne mettono 50! La Poderosa passa a Roseto.
Le pagelle di Roseto-Montegranaro.