Il punto sulla 9^ giornata di Serie A2 Italia.

Stefano Blois mette il punto sulla giornata di campionato.

29.11.2017 07:29

 

a cura di Stefano Blois

Seppur incompleta per via dei numerosi rinvii, è andata in scena nel weekend la 9^ giornata di campionato in A2: analizziamone i temi più interessanti!

IN COPERTINA: RAVENNA E UNA RIMONTA STORICA

A quattro minuti dalla fine del terzo quarto, la Fortitudo doppia Ravenna sul 56-28 e la partita sembra già ampiamente indirizzata ai titoli di coda. Terminerà 70-76 per l'OraSì, al termine di una delle più incredibili rimonte che si ricordino in questo sport: 14-48 di parziale nell'ultimo quarto e mezzo, qualcosa di inimmaginabile anche per il tecnico dei romagnoli Martino che nel dopo-gara ha candidamente ammesso: "ho chiesto ai miei giocatori di chiudere con dignità". Ad occhio e croce ci sono riusciti, trascinati dai 31 punti di un Rice caldo come (e più) di una stufa, ma anche da protagonisti meno attesi come Raschi e Vitale. Inevitabile però che il rovescio della medaglia si soffermi sull'incredibile harakiri della Effe che dopo alcune vittorie poco brillanti ha come scoperchiato il proprio vaso di Pandora in quei quattordici minuti. Drammatizzare un 7-2 di bilancio è certamente sbagliato, ma se gli uomini di Boniciolli non vogliono rinunciare di nuovo al fattore campo come negli ultimi due playoff questi sono scivoloni pesantissimi. Di certo, un elettroshock del genere porterà ad una svolta: la trasferta di Treviso non potrebbe essere esame più indicativo per capire di che tipo.

FOCUS: FERRARA, TORTONA, RAFFA

Terza vittoria consecutiva a quasi 84 punti segnati di media: questa Ferrara ha cominciato a correre sul serio, a maggior ragione se gli ultimi scalpi sono quelli di una Forlì costretta al primo KO interno e di una conclamata big del torneo come Treviso. Ma quando i temibili attaccanti di Martelossi sono nella serata giusta, diventa dura per tutti (cinque vittorie su sei quando la Bondi ha superato gli 80): ed aspettando il pieno recupero di Rush, un paio di rimbalzi (per la precisione novantuno nelle ultime sette gare) Mike Hall li sta tirando giù ...

Successo di importanza capitale anche per Tortona, che dà un calcio al periodo negativo ponendo fine all'imbattibilità interna di Legnano: una gara in cui la Bertram è tornata quella brillante di inizio stagione, in attacco (cinque elementi in doppia cifra) come nella propria metà-campo, limitando i terminali più pericolosi degli Knights. Un ottimo viatico per l'inserimento del neoarrivato Gergati, con Mei che compierà invece il percorso inverso passando tra le fila di Mantova.

C'è l'evidente marchio di Anthony Raffa nel ritorno al successo di Orzinuovi, che supera Forlì muovendo finalmente la propria classifica dopo sette sconfitte nelle prime otto gare: 33 punti con appena 17 tiri per l'ex Virtus Roma, anima della rimonta lombarda nell'ultimo quarto. E se il buongiorno si vede dal mattino, considerando anche l'onorevole sconfitta di Montegranaro il restyling dell'Agribertocchi (che ha inserito anche Strautins) sembra già dare dei frutti positivi.

ITALIANS DO IT BETTER

La posizione di playmaker nel nostro quintetto tricolore è occupata da Marco Spanghero, protagonista nel raid corsaro di Tortona a Legnano con 15 punti, 3/4 dall'arco e la tripla decisiva per chiudere il match. L'ex veronese fin qui si è dimostrato un vero barometro per i Leoni: quasi 15 punti di media nelle vittorie, meno di 9 nelle quattro sconfitte.

Vittoria scacciacrisi anche per Mantova, che si impone al PalaTriccoli di Jesi dopo quattro KO e con una coraggiosa rimonta da -10 nell'ultimo quarto: il grande protagonista è Riccardo Moraschini, che firma canestro del pareggio e liberi della vittoria riscattando un avvio di stagione con più ombre che luci.

Prosegue il momento di grazia per Ferrara, trascinata dal solito inarrestabile Riccardo Cortese: high stagionale di 29 punti nel successo su Treviso, sulla scia delle ultime quattro vittorie in cui il cognato di Carlos Delfino non è mai sceso sotto il ventello.

Rimaniamo a Est anche per lo spot di ala forte: con gli americani veri ancora in ombra, a travestirsi da stranger è un Mattia Udom da 22 punti e 13 rimbalzi in 26 minuti, che lo rendono grande protagonista nell'importante vittoria di Verona ai danni di Imola: un successo che ferma a tre la serie nera della Tezenis.


Torna al successo l'Eurobasket Roma, e lo fa con un Mitchell Poletti finalmente inarrestabile vicino a canestro: 24 punti con 8/10 in area, che uniti al trentello di Sims producono un vero e proprio dominio nel pitturato (70% da 2 per la squadra di Turchetto). Ed i 97 segnati senza Frassineti la dicono lunga sul potenziale fin qui largamente inespresso dalla Leonis ...

Sesto uomo Simone Pepe lo è anche nella sua Agrigento, ma poi i minuti più importanti l'esterno pescarese li ha vissuti da protagonista: 10 punti nell'ultimo quarto, con le due triple che hanno piegato Rieti per l'importantissimo successo esterno della Moncada. E, numeri alla mano, l'esterno pescarese (11 punti di media in meno di 18 minuti) è tra gli elementi più produttivi dell'intera A2.

DIETRO LA LAVAGNA: TREVISO
Cinque sconfitte in nove partite sono obiettivamente troppe, per una squadra con le ambizioni della De Longhi. I veneti hanno sicuramente pagato gli infortuni di Antonutti e Fantinelli, ritardando la costruzione dei necessari equilibri in una squadra quasi completamente nuova, ma che non si possono ridurre ad uniche attenuanti per la falsa partenza degli uomini di Pillastrini. Oltre alla continuità (mai due vittorie di fila finora), stanno mancando anche i tradizionali capisaldi degli anni passati: intensità difensiva (almeno 80 punti subiti in ogni KO) e controllo dei tabelloni, a cui per il momento gli esterni non stanno sopperendo in fase realizzativa. Aspettando eventuali interventi sul mercato (c'è sempre un visto americano spendibile), il discorso fatto qualche riga più su per la Effe vale anche in casa veneta: il mezzogiorno di lusso in programma domenica prossima dirà tanto sul campionato di entrambe.

@BloisStefano

 

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE

CLICCA QUI

La classifica multe dopo la 9^ giornata.
Verso Cagliari-Virtus Roma, il pronostico e le quote dei bookmakers.