GIRONE OVEST

La Virtus passa al PalaBianchini! Baldasso regala il quarto successo ai romani.

28.10.2018 22:03

a cura di Edoardo Caianiello

Due canestri folli, “di carattere”, vincenti di Tommaso Baldasso, una stoppata dominante e vincente di Amar Alibegovic, l’infortunio di Nick Moore, l’assenza di Landi e l’uscita di Sims. Ed una terna arbitrale non proprio in partita.

C’è un cuore che batte di più nel match tra Latina e Virtus Roma ed è quello dei capitolini, che portano a casa due punti al termine di una partita di rara passione. Parte forte la squadra di Piero Bucchi che però al termine del primo quarto vede le sue certezze crollare quando Nick Moore si accascia a terra ed esce sulle spalle dei propri compagni, non rientrerà più.

Latina ne approfitta e prova a scappare ma c’è il carattere di Daniele Sandri a fare da argine. Si carica la squadra sulle spalle e mette le mani ovunque, anche nello sporco di una partita che aumentava di fisicità. C’è Sims e la squadra lo cerca e lui risponde presente alla chiamata d’aiuto dei suoi compagni di squadra.

C’è equilibrio, perché la squadra di Gramenzi è solida e compatta. E lo dimostra la qualità e la grande quantità
messa in campo da Baldassarre e Fabi, aiutati da un sempre prezioso Tavernelli e dai positivi Cassese e Di Bonaventura.

Ma la difficoltà compatta i ragazzi di Bucchi che senza Moore e senza Landi (indisponibile), perdono anche Sims per somma di falli, complice anche un fallo tecnico “singolare”. I romani gettano il cuore oltre l’ostacolo e non mollano la presa sull’incontro e poi Tommaso Baldasso.

Il giovane torinese decide che è il suo momento e segna prima la tripla del vantaggio (80-82) e poi quando Fabi realizza i liberi del pareggio (82-82) su fallo della difesa ospite, attacca il ferro e segna l’appoggio del definitivo vantaggio (82-84).

Ma sarebbe servito a poco se non ci fosse stato anche Amar Alibegovic che stoppa Baldassarre e gli inchioda la palla tra ferro e tabellone. C’è una disperata possibilità per i pontini ma oggi è il giorno di Roma.

Così Piero Bucchi: "Voglio innanzitutto ringraziare i tifosi che ci hanno seguito fin qui, è sempre bello regalare una vittoria a chi ti segue anche fuori. Complimenti ai miei ragazzi che hanno giocato con il giusto atteggiamento e la vera voglia di vincere, nonostante l’assenza di Moore e di Landi che effettivamente ci hanno tolto parecchie armi."

L’inizio è stato un po’ sonnolente ma fortunatamente abbiamo reagito soprattutto nel secondo tempo, giocando con una forte tenuta mentale. Partite come queste ti aiutano a crescere, sapevamo sarebbe stata difficile ma con grande carattere siamo riusciti a portarla a casa».

Benacquista Latina - Virtus Roma 82-84 (18-25; 47-43; 64-60; 82-84)

Benacquista Latina: Lawrence 14, Carlson 16, Hajrovic 0, Tavernelli 7, Cassese 4, Fabi 19, Baldassarre 8, Allodi 6, Jovovic ne, Ambrosin ne, Di Prospero ne, Di Bonaventura 8. All. Gramenzi

Virtus Roma: Spizzichino ne, Alibegovic 13, Lucarelli 0, Chessa 3, Moore 5, Sandri 19, Baldasso 11, Saccaggi 3, Landi ne, Sims 26, Matic 0, Santiangeli 4. All. Bucchi.

Roseto sconfitta a Piacenza, seconda vittoria consecutiva per la Bakery.
Agrigento vince 79-89 e impone il secondo k.o. consecutivo a Bergamo.