GIRONE EST

Si interrompe a Piacenza la striscia di vittorie in fila di Verona.

L'Assigeco reagisce prontamente dopo la sconfitta di Treviso.

21.01.2018 13:48

a cura di Antonio Mangiola

Si ferma al PalaBanca la striscia di vittorie consecutive di Verona che, dopo una partita molto combattuta, si deve arrendere alla voglia di riscatto di Piacenza, dopo la pesante sconfitta (soprattutto dal punto di vista dell'atteggiamento) patita nel turno precedente a Treviso. Capitan Infante aveva suonato la carica lunedì con un post sul suo profilo Instagram e la squadra ha risposto presente, nonostante le pesanti assenze di Formenti e Fontecchio.

Il primo allungo della gara è per i padroni di casa che, grazie al fatturato esclusivo di Guyton (10), Reati (8) e Arledge (7) provano il primo vero allungo della partita concretizzato dal canestro di Passera a fil di prima sirena che chiude sul 27-20 il primo quarto. Gli ospiti reagiscono prontamente con un mini parziale di 3-7, allungato dalla tripla di Jones che riporta le due squadre ad un possesso di distanza (32-30) prima che Udom riporti i gialloblù a contatto sul 35-35. La partita ritorna appesa al filo dell'equilibrio grazie anche alla tripla di Guyton, battezzata dagli Dei del basket, e quella di Sanguinetti che riporta l'Assigeco avanti di due respingendo gli assalti della Tezenis. Si torna negli spogliatoi sul punteggio di 44-41.

Al rientro in campo dall'intervallo lungo, la Scaligera ritorna a contatto grazie al primo canestro di Palermo (46-45). Dopo tanti minuti in cui il rumore della retina diventa un'utopia ci pensa Totè a riportare avanti i suoi ma i veneti devono anche registrare il quarto fallo di Mitch Poletti quando ancora ci sono 15' da giocare. Piacenza reagisce con l'ennesimo break a favore che riporta avanti gli uomini di coach Zanchi sul 52-47. L'attacco di Verona si inceppa e, a dieci minuti dal termine, il tabellone dice 57-51 a favore dei padroni di casa. Nell'ultimo quarto si viaggia con una forbice che oscilla tra i sei ed i tre punti di scarto, sempre a favore dell'Assigeco, con le due squadre che ricambiano le cortesie altrui in fatto di realizzazioni. Poletti mette il canestro del -2 (66-64), Guyton e Passera falliscono due triple ben prese ed allora Jamal Jones riporta il match in parità con un viaggio in lunetta dal risultato perfetto (66-66 a 2'30"). Nel momento decisivo del match sale in cattedra capitan Infante che, prima mette due punti importantissimi per rimettere il muso avanti e poi, dopo la tripla a segno di reati, realizza un 2/2 a cronometro fermo per il 73-66 che, a 19" dal termine, mettono la parola fine alla gara. Finisce 75-70.

Assigeco Piacenza – Tezenis Verona 75-70 (27-20, 17-21, 13-10, 18-19)

Assigeco Piacenza: Carlton Guyton 20 (4/7, 3/4), Jonathan Arledge 17 (5/8, 1/4), Davide Reati 13 (2/4, 2/6), Tommaso Oxilia 10 (4/6, 0/1), Marco Passera 7 (2/6, 1/1), Luca Infante 4 (1/1, 0/3), Giacomo Sanguinetti 4 (0/1, 1/3), Modou Diouf 0 (0/0, 0/0), Umberto Livelli 0 (0/0, 0/0), Babacar Seye 0 (0/0, 0/0), Luca Fontecchio 0 (0/0, 0/0)
Tezenis Verona: Phillip edward Greene iv 13 (2/4, 3/8), Mitchell Poletti 10 (5/9, 0/0), Andrea Amato 10 (2/4, 2/5), Jamal Jones 9 (2/3, 1/4), Mattia Udom 9 (3/3, 1/3), Leonardo Tote 8 (4/5, 0/1), Matteo Palermo 7 (2/3, 1/2), Iris Ikangi 3 (0/0, 1/2), Curtis Nwohuocha 1 (0/0, 0/0), Riccardo Visconti 0 (0/0, 0/0), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0), Francesco Oboe 0 (0/0, 0/0)

@MangiolaAntonio

Girone Ovest, la classifica dopo la 17^ giornata.
Benissimo Jesi, malissimo la Effe. L'Aurora torna al successo!