GIRONE EST

Verona è “on fire”, Legnano ko. Espugnato il PalaBorsani in gara 1!

01.05.2018 01:33

a cura di Simone Bellantone

Colpaccio della Tezenis Verona nella gara inaugurale dei playoff, che passa al PalaBorsani di Castellanza e batte Legnano in una gara dal finale triller per 85-87. Il trio Amato, Poletti e Jones produce quasi il 70% del fatturato offensivo dei veneti (61 punti sgli 87 totali dei gialloblù). Dall’altra parte Zanelli scrive 32 con una prestazione da 10 in pagella, ma non basta. Finirà 85-87. Trionfo gialloblù!

SUPER PARTENZA GIALLOBLU’- Soliti starting five per coach Ferrari da una parte e coach Dalmonte dall’altra. Gara che sin dalle prime battute viaggia sul punto a punto, con Legnano che si affida ai tiri da due, mentre Verona vola dall’arco grazie alle bombe nell’ordine di Poletti, Jones, Udom e Amato. Al 5’ minuto Mitch Poletti si porta a casa il ferro del PalaBorsani, esibendosi con una straordinaria schiacciata, mentre i padroni di casa si affidano al solito Raivio. E’ la Tezenis però che prova a scappare sul 14-23 grazie a un’ispirato Mattia Udom che segna e subisce fallo, arricchendo il suo tabellino personale. Primo quarto che si conclude con un canestro di Mosley che raccoglie un pallone dalla spazzatura e lo trasforma in due punti che tengono a galla Legnano, ora sotto di 6 lunghezze al termine del primo quarto.

ALLUNGO TEZENIS - Secondo quarto che si apre così come era finito il primo, ovvero con un canestro di William Mosley, stavolta però a modo suo, con una schiacciata a due mani che manda in estasi il PalaBorsani. Dall’altra parte del campo però è l’ex di turno Palermo a muovere la retina per i gialloblù. Di lì in poi però entra in campo il fattore paura, vista la posta in palio, e le mani dei 10 in campo si raffreddano notevolmente. Non si segnerà infatti per ben 2 minuti e mezzo, fino a quando Zanelli non decide di alzarsi da 3 punti e spedire Legnano fino al -3. Amato non ci sta e realizza dall’altra parte del campo la sua seconda tripla di giornata che riporta la Tezenis avanti di 9, scarto con il quale si andrà all’intervallo lungo.

LEGNANO CI PROVA, MA LA MUSICA NON CAMBIA - Verona prova ad allungare con la cosa che sta funzionando meglio ai ragazzi di coach Dalmonte in questa gara 1: il tiro da tre. Percentuali illegali e mai viste quest anno in lega a2 per il terzetto Amato (3/3), Jones (5/5) e Poletti (4/5) per un totale di 12/13 dalla lunga distanza. Zanelli dall’altra parte del campo però sembra indemoniato e lotta da solo contro un’intera squadra, facendo qualcosa come 20 punti nel solo terzo quarto. Legnano adesso è sotto di 10 lunghezze, ma la difesa dei Knights continua a ballare e Amato la punisce con un canestro in transizione. Neanche a dirlo però c’è Zanelli dall’altra parte del campo a punire la Tezenis con la quinta bomba nel terzo quarto, la settima di giornata su 9 tentate e Europromotion ancora una volta che torna a -10, scarto con il quale si chiuderà il terzo periodo, col punteggio fermo sul 58-68.

IL CUORE KNIGHTS NON BASTA, PASSA LA TEZENIS - Quarto quarto che si apre nel migliore dei modi per i padroni di casa, con la tripla di Tommasini che vale il -7. Legnano capisce che deve iniziare a nascondere il canestro per provare a portare a casa la partita e ci riesce per ben 4 minuti col punteggio che rimane fermo sul 61-68. Ci pensa Greene allora al primo secondo del 34’ minuto a punire la difesa biancorossa, ancora una volta, neanche a dirlo, con un tiro da 3 punti. Legnano però non ne vuol sapere di mollare e trova nel suo americano Raivio l’uomo su cui aggrapparsi adesso nei momenti di difficoltà, visto che Zanelli adesso sembra stremato. 3 triple in un amen per la 31enne guardia Usa dei knights ed è -3 a 1 minuto dalla fine. E’ Mattia Udom però con una tripla in transizione a tagliare le gambe a Legnano: +6 Tezenis a 45 secondi dalla fine (75-81). Finita ? Neanche per scherzo ! Greene fa 0 su 2 dalla linea della carità, canestro veloce di Toscano, Udom non imita il compagno e fa 2/2 dalla lunetta. Ottava tripla di Zanelli su 12 tentativi sul gong che sa tanto di beffa per i Knights. Può esultare Verona. Finirà 85 a 87 per i gialloblù di coach Dalmonte. 0-1 Tezenis!

FCL Contract Legnano – Tezenis Verona 85-87 (21-27, 15-18, 22-23, 27-19)

FCL Contract Legnano: Alessandro Zanelli 32 (3/3, 8/12), Nikolas thomas Raivio 18 (3/12, 4/5), William ralph jr. Mosley 16 (6/8, 0/0), Daniele Toscano 8 (2/5, 1/3), Simone Tomasini 5 (0/2, 1/4), Rei Pullazi 4 (2/3, 0/1), Federico Maiocco 2 (0/1, 0/3), Edoardo Roveda 0 (0/0, 0/0), Paolo Tosi 0 (0/0, 0/0), Gabriele Berra 0 (0/0, 0/0), Luca Gazineo 0 (0/0, 0/0), Francesco Gastoldi 0 (0/0, 0/0)

Tezenis Verona: Andrea Amato 22 (3/7, 4/4), Mitchell Poletti 20 (3/7, 4/5), Jamal Jones 19 (2/7, 4/7), Mattia Udom 12 (3/6, 1/7), Phillip edward Greene iv 10 (1/4, 2/9), Leonardo Tote 2 (1/1, 0/2), Matteo Palermo 2 (1/1, 0/1), Iris Ikangi 0 (0/0, 0/1), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0), Curtis Nwohuocha 0 (0/0, 0/0)

Playoff 2018, i risultati di Gara 2.
Treviso mette il primo punto nella serie superando Trapani dopo un over time.