GIRONE OVEST

Bastano dieci minuti alla Virtus per passare a Biella.

Mercoledì la stracittadina contro la Leonis Roma.

21.10.2018 20:12

a cura di Edoardo Caianiello

Si chiude con il bilancio di una sconfitta (contro Bergamo) e di una vittoria (contro Biella) il giro al Nord Italia della Virtus Roma.

Dopo il disastro di Bergamo, i due punti conquistati ieri contro Biella valgono più del loro reale valore. Trenta minuti di inerzia e piattume e poi gli ultimi dieci di reazione, guidati da un decisivo Nick Moore, bravo a riscattare il silenzio dei minuti precedenti. Roma non riesce a costruire gioco, fatica e si affida costantemente alle mani ed alle soluzioni di Henry Sims. Ci prova anche un positivo Daniele Sandri a mantenere in carreggiata i suoi, ma l’impressione, nel primo tempo ed al rientro dagli spogliatoi, è quella di chi non riesce a trovare una soluzione efficace, almeno per guadagnarsi la vittoria. Nonostante tutto Roma è brava a rimanere nella partita, con Biella incapace di uccidere (sportivamente parlando) un avversario moribondo.

Si dice che non è mai troppo tardi ed in effetti così. I canestri di Chessa e la freschezza di Baldasso consentono alla Virtus di tornare seriamente a contatto prima che il “pallino” del match passi nelle mani di Nick Moore che segna e riscatta tre quarti di opacità totale.

Sono quattro i punti ora in classifica per la squadra di Bucchi che Mercoledi 24 Ottobre (ore 20.45) ospiterà al Palaeur la concittadina Leonis Roma dell’ex Fabio Corbani. Bucchi ha avuto una reazione di carattere che a Bergamo non c’è mai stata. Ed è questo carattere che ora deve andare a sintetizzarsi con il fattore tecnico e tattico. Con la Leonis break mentali non sono ammessi, conseguenza potrebbe essere una sconfitta.

Se il “fattore Usa” ed il “made in Italy”, inizieranno a trovare la chimica giusta allora sarà diverso. Sims sarà sicuramente l’oggetto delle attenzioni principali da parte della difesa dei ragazzi dell’Arcadia che porranno attenzione alla difesa di Sandri ed alla sua notevole capacità di sfruttare il gioco spalle a canestro. Servirà Moore, sin dall’inizio e qualche canestro in più da Santiangeli e Saccaggi. Segnali confortanti da Alibegovic, ieri positivo nella vittoria dell’Hype Forum. Le triple di Chessa e Landi per spezzare i momenti di una partita che sarà dura e muscolare e molto emotiva, come ogni derby.

Pallacanestro Biella – Virtus Roma 73-79 (26-21; 23-20; 14-11; 10-27)

Virtus Roma: Alibegovic 12, Lucarelli ne, Chessa 5, Moore 18, Sandri 10, Baldasso 6, Saccaggi 2, Landi 7, Sims 14, Santiangeli 5. All. Bucchi.

Pallacanestro Biella: Torgano 3, Harrell 19, Vildera 4, Nwokoye 0, Chiarastella 3, Saccaggi 15, Sims 17, Bertetti ne, Wheatle 11. All. Carrea.

photo credits Alberto Tesoro

La Fortitudo passa anche a Treviso grazie a una grande prestazione di squadra.
Cento ha la meglio sugli Sharks dopo una gara combattuta.