A Treviso inizia l'era Menetti.

Finisce l’era di coach Pillastrini nella Marca, al suo posto l’arrivo di Max Menetti

05.09.2018 14:56

a cura di Alessio Scandola

Il Roster

 

Nome

Anno

Ruolo

Squadra precedente

Statistiche per partita

Maalik Wayns

1991

Playmaker

Badalona (Spagna)

10.9 pt, 2 ass, 33% da 3

Dominez Burnett *

1992

Guardia

Ventspils (Lettonia)

22.3 pt, 3.3 ass

Michele Antonutti

1986

Ala

Confermato

15 pt, 6 rim, 50% da 3

Davide Alviti

1996

Ala Grande

Imola (A2 Est)

12.3 pt, 5.7 rim, 40% da 3

Amedeo Tessitori

1994

Centro

Biella (A2 Ovest)

14.7 pt, 6.8 rim, 42% da 3

Giovanni Tomassini

1988

Playmaker

Casale (A2 Ovest)

12 pt, 3.8 ass, 2.2 rim

Matteo Imbrò

1994

Playmaker

Confermato

9.4 pt, 3.1 ass, 37% da 3

Gherardo Sabatini

1994

Playmaker

Confermato

6.4 pt, 2.8 ass

Eric Lombardi

1993

Ala

Confermato

5.5 pt, 4.1 rim, 38% da 3

Matteo Chillo

1993

Ala Grande/Centro

Fortitudo Bologna (A2 Est)

6.4 pt, 4.1 rim

Lorenzo Uglietti

1994

Guardia

Biella (A2 Ovest)

8 pt, 3.8 rim

Aleksa Nikolic

1999

Ala Grande

Confermato (Under)

 

Simone Barbante

2001

Ala Grande/Centro

Confermato (Under)

 

*Le statistiche di Burnett non riguardano le sole due partite con il Ventspils ma le precedenti con il Pardubice, squadra della serie A ceca.

 

Coach: Massimiliano Menetti (Nuovo, dalla Pallacanestro Reggiana),

Vice: Francesco Tabellini, Gabriele Galigani.

Lo Scorso Anno

Per i veneti la scorsa stagione finì al terzo posto, con un record di 20 vinte e 10 perse. Ai playoff sconfissero prima Trapani e poi Ferrara, ma la loro corsa si infranse contro la corazzata Trieste in semifinale.

Il commento

Finisce l’era di coach Pillastrini nella Marca, al suo posto l’arrivo di Max Menetti, primo colpo della De’ Longhi. I trevigiani si affidano ad un roster non più di primo pelo, se fatta eccezione per i due under Nikolic e Barbante. Pochi i confermati dalla scorsa stagione, ed ovviamente soltanto quelli che hanno fatto meglio, a partire da Antonutti che spesso ha dovuto togliere le castagne dal fuoco nei momenti di difficoltà. Confermati anche Lombardi e la coppia Sabatini – Imbrò, anche se sono loro i maggiori indiziati alla rotazione (ricordiamo, massimo 10 senior a referto) una volta tornato a pieno regime il colpo di mercato Tomassini, reduce dall’infortunio nella serie contro Trieste. Continuando a parlare di esterni, ecco la coppia americana: Wayns e Burnett sono giocatori che debuttano nella nostra serie, dopo qualche esperienza in Europa; entrambi hanno giocato nelle competizioni continentali e saranno sicuramente di grande valore per Treviso. Ultimo esterno è Uglietti, che l’anno scorso è stato molto positivo nell’annata di Biella, da cui arriva anche Tessitori, il pivot reduce anche dall’esperienza con la nazionale (unico dell’A2) di quest’estate. Infine Alviti, che ha la prima occasione importante della sua carriera, e Chillo, che scaricato dalla Fortitudo non vedrà l’ora di prendersi la sua rivincita sul campo.

Top e Flop

Il TOP è l’arrivo di quello che molti considerano il miglior play del campionato, Tomassini, che se ristabilitosi dall’infortunio sarà il valore aggiunto dei biancoblu. Il FLOP è la carenza di giocatori sotto canestro, dove 3 giocatori che hanno comunque un livello più che buono sembrano piuttosto sproporzionati in confronto agli esterni.

La previsione

C’è poco da dire: dopo aver concluso 3 delle ultime 4 regular season in vetta alla classifica, a Treviso non vogliono perdere l’abitudine e riuscirci anche quando finalmente conta per ottenere la tanto agognata promozione. E i presupposti ci sono tutti per riuscirci.

Voto: 9

Playoff alla portata della Poderosa Montegranaro.
BB14, il roster è al completo. Presentato anche Brandon Taylor.