GIRONE EST

Treviso cade ancora in casa. TVB fischiata dai tifosi.

Ravenna espugna il PalaVerde e fa un deciso passo avanti verso le finali di Coppa Italia.

18.12.2017 15:29

 

a cura di Francesco Cernetti

Ravenna infila la quinta vittoria consecutiva con l'ennesimo strepitoso secondo tempo,infliggendo a Treviso la settima sconfitta su 12 partite finora disputate. Al Palaverde si affrontano due squadre che vivono due momenti diametralmente opposti,i biancocelesti cercano di offrire continuità a un rendimento troppo ondivago per il valore della rosa,Ravenna è in striscia positiva e in fiducia dopo le ultime ottime prestazioni. Rice apre il match con una tripla,Treviso reagisce grazie a un Fantinelli pronto a provare a caricarsi la squadra sulle spalle. Il primo quarto vive di sorpassi e controsorpassi e vede il vantaggio ospite per 17-18 dovuto a un tap-in di Sgorbati sulla sirena. I padroni di casa provano a dare una spallata al match con le due bombe consecutive di Sabatini e Imbrò,costringendo coach Martino a chiamare timeout sul 25-20. La precisione dalla lunetta riporta Ravenna avanti di 1,ma una grande transizione del capitano condita da un assist al bacio per Negri esalta un pubblico abbastanza spento. A metà match la TVB è avanti 35-34. L'ormai "solito" pessimo terzo quarto(16-25 il parziale)segna irrimediabilmente la contesa. Ravenna apre la seconda metà di gara con due triple in fila,cambiando l'inerzia della partita. Nell'ultimo periodo,iniziato sul 51-59,il pubblico si aspetta una reazione di nervi che però non arriva,Ravenna controlla senza troppi patemi(Treviso si riavvicina fino al –7 a poco più di due minuti dalla fine)e riesce a sbancare il Palaverde.

Dopo la vittoria al Paladozza Ravenna miete un'altra vittima illustre,sconfiggendo Treviso a domicilio. Ottima prestazione degli ospiti,che non hanno permesso alla TVB di giocare in transizione o in velocità,sfruttando appieno i 24" disponibili e centrando anche 4-5 canestri fortunosi ma si sa che la "fortuna premia gli audaci". Coach Martino disegna perfettamente il piano partita e i suoi ragazzi l'hanno messo in campo alla lettera. In casa trevigiana invece si respira sconforto,dopo la vittoria contro la Fortitudo,possibile punto di svolta della stagione,i biancocelesti sono usciti con le ossa rotte da Udine e contro Ravenna. Da segnalare una contestazione a fine partita nei confronti della squadra,che non ha mai dato l'impressione di voler portare a casa il match o almeno di averci provato con grinta e determinazione. Ora 3 partite abbordabili(se di abbordabili si può parlare per una squadra con 5 V e 7 P e il morale a terra)per provare a ripartire dopo un terzo di campionato assolutamente inferiore alle attese.

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ORASI’ RAVENNA 66-73

DE’ LONGHI: Fantinelli 13 (7/11, 0/2), Musso 5 (1/3, 1/4), Negri 9 (3/4, 0/2), Antonutti 12 (3/7, 1/3), Brown 15 (7/11, 0/2); Sabatini 5 (1/5, 1/2), De Zardo, Imbrò 4 (1/4 da 3), Lombardi 3 (0/4, 1/2). Ne: Poser, Nikolic All.: Pillastrini

ORASI’: Giachetti 16 (3/5, 2/2), Montano 15 (2/4, 3/5), Rice 12 (0/4, 3/6), Masciadri 7 (2/3, 1/4), Grant 6 (3/8 da 2); Sgorbati 4 (2/2, 0/1), Chiumenti 9 (2/4 da 2), Raschi 4 (1/4, 0/1). Ne: Cinti, Vitale. All.: Martino

@Cern95

LEGGI LE DICHIARAZIONI DI COACH PILLASTRINI

 

ISCRIVI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE

CLICCA QUI

Ravenna passa al PalaVerde, Pillastrini: "Chiediamo scusa al pubblico."
Roseto vince contro Ferrara e resta in scia per la salvezza.