UCC Assigeco Piacenza, obiettivo salvezza con il talento di coach Ceccarelli.

L’Assigeco è una delle squadre cambiate maggiormente rispetto alla scorsa stagione.

16.09.2018 11:12

a cura di Alessio Scandola

Il Roster

 

Nome

Anno

Ruolo

Squadra precedente

Statistiche per partita

Gherardo Sabatini

1994

Playmaker

Treviso (A2 Est)

6.4 pt, 2.8 ass

Toure’ Murry

1989

Guardia

Mostar (Bosnia)

4.1 pt, 2 rim, 1.8 ass

Matteo Formenti

1984

Ala Piccola

Confermato

9 pt, 2.4 rim, 38% da 3

Francesco Ihedioha

1986

Ala Grande

Jesi (A2 Est)

9.4 pt, 6 rim

Andy Ogide

1987

Centro

Roseto (A2 Est)

14.7 pt, 8.1 rim

Stefano Bossi

1994

Playmaker

Trapani (A2 Ovest)

6.2 pt, 6 ass

Matteo Piccoli

1995

Guardia/Ala Piccola

Jesi (A2 Est)

4.5 pt, 2.6 rim

Nikolay Vangelov

1996

Centro

Napoli (A2 Ovest)

6.3 pt, 3.4 rim

Lorenzo Turini

1998

Ala Piccola

Cecina (Serie B gir. A)

8.7 pt, 3.2 rim

Michele Antelli

1998

Playmaker

Orzinuovi (A2 Est)

1.8 pt, 0.9 rim

Modou Diouf

1999

Ala Grande

Confermato (Under)

 

Fabio Montanari

2001

Playmaker

Confermato (Under)

 

Stipe Jelic

2002

Guardia

Confermato (Under)

 

 

Coach: Gabriele Ceccarelli (Nuovo, da Montegranaro),

Vice: Alessandro Mambretti

Lo Scorso Anno

L’ottimo finale di Bergamo costrinse gli emiliani ai playout, finendo la stagione al quattordicesimo posto con un record di 11 vinte e 19 perse. Nette furono le affermazioni contro Napoli, con la salvezza conquistata subito al primo turno.

Il commento

L’Assigeco è una delle squadre cambiate maggiormente rispetto alla scorsa stagione. Rimasti soltanto capitan Formenti e gli under Diouf, Montanari e Jelic, balza all’occhio l’arrivo di quello che è uno dei più promettenti allenatori, Ceccarelli. L’idea iniziale era quella di partire con Bossi in quintetto come play, ma il giocatore triestino, come purtroppo sappiamo, ha subito la rottura del legamento crociato, con Piacenza costretta subito a riparare con la firma di Sabatini da Treviso. L’arrivo di Ihedioha e Ogide dà spessore sotto canestro, mentre siamo un po’ dubbiosi sulla firma di Murry, giocatore dal passato NBA ma con una carriera sempre più in declino. Chiudono il roster giocatori che hanno la possibilità di entrare in quintetto qualora i titolari stecchino o abbiano qualche difficoltà: Piccoli e Turini sono in grado di giocare sia in guardia che in ala piccola, Vangelov è un centro che può però essere adattato da ala grande. Infine Antelli, chiamato ad essere il cambio di Sabatini fino al rientro di Bossi.

Top e Flop

Il TOP è l’arrivo di Ceccarelli, un allenatore che è chiamato a confermare le ottime impressioni che ha suscitato la scorsa stagione. Il FLOP è la firma di Murry, un giocatore che non è il classico americano da squadra di medio-bassa classifica.

La previsione

L’obiettivo primario per Piacenza è la salvezza, da conquistarsi possibilmente il prima possibile e senza ricorrere ancora ai playout.

Voto: 6

Ferrara, il Kleb riparte da Hall, Fantoni e tante scommesse.
BB14, sconfitta a domicilio: Legnano vince 73-76 in amichevole.